Le storie del design al Maxxi

L'incontro, intitolato "Gli anni Settanta e Ottanta: l’esperienza di Alchimia e Memphis", vede come protagonista Alessandro Mendini e sarà il penultimo del ciclo.

0
35

Sabato 19 novembre al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, alle 11.30 ci sarà il terzo appuntamento con le “Le storie di Design, il ciclo di incontri a cura di Domitilla Dardi che ripercorre la storia del Design attraverso le parole dei suoi protagonisti, di storici ed esperti. Dall’arredo al car design, dal prodotto tecnologico al food design, dalla grafica alla brand identity: saranno questi gli elementi chiave della mostra intitolata “Gli anni Settanta e Ottanta: l’esperienza di Alchimia e Memphis”, che vede come protagonista Alessandro Mendini. Fondatore dello studio Alchimia caratterizzato da un approccio calligrafico, coloristico, simbolico, romantico e problematico col progetto, Alessandro Mendini, ha diretto le riviste Casabella, Modo e Domus. Collabora con aziende in Europa, Corea e Cina. Ha vinto tre Compasso d’oro (1979 – 1981 – 2014) ed è Chevalier des Arts et des Lettres in Francia.

All’inizio degli anni ’70 nascevano insieme due fenomeni apparentemente di segno opposto: la Tendenza di Aldo Rossi e il Movimento Radical. La Tendenza con un secco ritorno all’utopia del Classicismo, i Radical con l’utopia arcadica e anti accademica del ritorno al valore dei Mestieri. Con Mendini si approfondisce come il contesto di quegli anni è costituito da importantissimi avvenimenti che hanno segnato una profonda trasformazione del mondo: l’uomo sulla luna, l’assassinio di Aldo Moro, il Living Theatre, il Walkmann di Sony del 1979, le Città Invisibili di Calvino, il Nome della Rosa di Umberto Eco.

L’ingresso alla mostra avrà un costo di 5 euro e sarà gratuito per i titolari della card myMAXXI e per gli studenti di arte e architettura accreditati per i crediti formativi. L’ultimo appuntamento del ciclo di eventi è previsto il 10 dicembre, con l’incontro intitolato “Dagli anni Novanta ad oggi: aziende italiane e panorama internazionale” che vedrà come protagonista Marco Petroni, teorico e critico del design, insegnante di Storia dell’arte contemporanea presso Accademia Abadir di Catania. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti