Associazione Nazione Rom denuncia: sottratti fondi europei destinati ai Rom

Marcello Zuinisi, dell'Associazione Nazione Rom, deposita la denuncia a Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Enrico Rossi e Giorgio Del Ghingaro, rei di sottrazione indebita di fondi europei destinati ai rom

0
33

Il fascicolo 3695 aperto dall’Associazione Nazione Rom presso l’Anac, contenente gli atti denunciati da Marcello Zuinisi relativi alla questione Rom Sinti Caminanti (RSC), ai bandi emanati dal Prefetto Tronca per la gestione dei campi a Roma Capitale, la questione dei Fondi Strutturali Europei (FSE) 2014 – 2020 e la questione dei 16 milioni di euro inseriti dal Governo nella “legge di bilancio” per finanziare la Regione Campania nella gestione dell’emergenza Rom, è stato ora trasmesso alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica di Roma.

Lo scorso ottobre, il Consiglio Direttivo di Anac, presieduto da Raffaele Cantone, ha discusso delle violazioni del regolamento europeo nella governance e il partenariato relativamente all’istituzione dei Comitati di Sorveglianza sui FSE, nella Strategia Nazionale di Inclusione dei RSC e il relativo Forum Nazionale, sull’uso del denaro pubblico per l’inclusione della popolazione di etnia Rom in località Quaracchi da parte del Comune di Firenze e della Regione Toscana. Al centro della denuncia, depositata presso la stazione dei Carabinieri di Viareggio, sono individuati i principali protagonisti della frode europea: il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, la Ministra alle Pari Opportunità Maria Elena Boschi, il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e il Sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro. L’accusa, secondo il presidente di ANR Zuinisi, è quella di aver indebitamente sottratto i fondi strutturali europei da essi ricevuti, pari a 32 miliardi di euro, da destinare all’inclusione sociale della popolazione rom. Denaro già in mano alle amministrazioni italiane, ma mai utilizzato per le decine di migliaia di cittadini che continuano ad essere esclusi e cacciati dalle città, costrette a vivere in baracche fatiscenti.

Abbiamo approvato venerdì scorso, in Giunta, una memoria che ribadisce quanto previsto nelle linee programmatiche e prende una posizione netta di discontinuità rispetto a quanto fatto dalle precedenti amministrazioni dando delle indicazioni al Dipartimento alle Politiche Sociali per cambiare le azioni in opera. Abbiamo in dirittura di arrivo una delibera che prevede la creazione di un Tavolo che elaborerà il piano strategico“, così l’Assessore alla Persona, alla Scuola ed alla Comunità Solidale Laura Baldassarre all’Associazione Nazione Rom, assicurando che i Rom Sinti Caminanti saranno componente istituzionale e decideranno, per la prima volta, insieme alle istituzioni, le politiche da attuare per il superamento dei campi, l’accesso alla casa, alla scuola, al lavoro ed alla sanità.

La denuncia di ANR è rivolta anche verso Carlo Stasolla, Presidente dell’Associazione 21 Luglio, una organizzazione finanziata negli ultimi anni con 1 milione di euro dal noto speculatore di origine ungherese George Soros, che con la raccolta firme del “comitato accogliamoci“, con il supporto di Emma Bonino sta tentando, da oltre un anno e mezzo, di espropriare RSC della propria legittima funzione di rappresentanza degli interessi del proprio popolo diffondendo disinformazioni ed autentiche calunnie. Adesso i poveri, i Rom, Sinti e Caminanti chiedono giustizia presso i Tribunali. Alla Corte dei Conti il compito di accertare un danno erariale, da noi subito e stimato, pari a 1,5 miliardi di euro. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti