Aurigemma (FI) su Zingaretti: “Progetto Sanità è deludente”

0
40

(L’UNICO) “Dopo aver ascoltato il discorso del presidente Zingaretti durante il consiglio straordinario, sembra che nella sanità vada tutto bene. Peccato che, come al solito, la realtà non e’ quella raccontata dal presidente”. E’ quanto dichiarato dal Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

” Entrando poi nel merito di alcuni aspetti – prosegue Aurigemma – e’ utile chiarire che, per quanto riguarda il disavanzo, la regione ha beneficiato di 400 milioni a seguito dell’adeguamento demografico. Quindi, e’ bene ribadirlo, questo non e’ avvenuto per le capacita’ dell’attuale amministrazione, ma soltanto grazie ad un ricalcolo della popolazione. Sentiamo parlare poi di ospedali e pronto soccorso: beh, qui e’ necessaria qualche precisazione per chiarire il quadro. Secondo una indagine della simeu, infatti,  si attendono fino a quattro giorni per un ricovero al ps di Tor Vergata, tre al Pertini. Questo e’ dovuto anche al taglio dei posti letto. E ancora: venerdi abbiamo assistito al “trionfo” del governatore per l’ abolizione del ticket regionale. E’ sicuramente un segnale positivo, ma per chiarezza e’ giusto specificare che si tratta della riduzione del ticket che i cittadini pagano per quanto riguarda tre prestazioni ( tac e risonanza, visita specialistica ambulatoriale e fisiokinesiterapia). Poi, si annunciano le case della salute come panacea di tutti i mali: questo progetto, cosi come lo sta portando avanti la regione, si sta rivelando una delusione. L’obiettivo in teoria era quello di evitare l’ulteriore intasamento dei pronto soccorso, ma nella realtà non si sta ottenendo nulla di concreto in tal senso. Infatti, delle undici case aperte, alcune sono operative dal lunedi al venerdi fino alle 18, il sabato solo la mattina e la domenica restano chiuse.”

“E poi vorremmo sapere a chi ci si deve rivolgere per ricevere risposte da parte dalla Regione – ha concluso il Capogruppo – stamattina sono presenti i  genitori dei bambini in cura presso il reparto di riabilitazione pediatrica del San Raffaele Pisana, che chiuderà alla fine di questo mese. E’ assurdo che queste famiglie che hanno scritto alla regione agli inizi di ottobre, ancora non hanno ricevuto alcuna risposta. Il Presidente continua a parlare, a prendere impegni per poi non mantenerli, senza però rispondere alle istanze dei territori e dei cittadini. Cosi, nascondendosi sotto la sabbia o con il solito scaricabarile,  si perde solo credibilità”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti