Battisti rientra in Italia. Sconterà l’Ergastolo, isolamento per sei mesi, ma sogghigna mentre viene scortato dalla Polizia

Atterrato a Ciampino verso le 11,30, il terrorista Cesare Battisti verrà consegnato finalmente alla giustizia che ha previsto per lui l'ergastolo e l'isolamento per sei mesi. Il Ministro Salvini ha documentato l'evento tramite una diretta Facebook, dove si complimenta con le Forze dell'Ordine e annuncia che una nuova pagina politica sta per essere scritta.

E’ giunto oggi in Italia, con un volo partito ieri sera dalla Bolivia, l’ex terrorista dei Pac Cesare Battisti, arrestato a Santa Cruz. sconterà l’ergastolo senza benefici al carcere di Rebibbia di Roma, e sarà in cella di isolamento solo per sei mesi. Il ministro degli interni Matteo Salvini è rimasto tutto il tempo ad attendere il suo arrivo, documentando l’evento in una diretta Facebook. Con il vicepremier, anche il ministro della giustizia Alfonso Bonafede.

Dietro questo momento ci sono giorni e notti di chi non ha mollato mai. Grazie alla caparbieta’ di chi silenziosamente ci ha sempre creduto“, recita un tweet della Polizia di Stato, mentre Salvini commenta: “Oggi e’ una giornata di giustizia per la memoria delle vittime. Finalmente l’assassino comunista Cesare Battisti torna nelle patrie galere. Giornata storica per l’Italia“. Scortato dalle Forze dell’Ordine, Cesare Battisti è sceso dall’aereo intorno alle 11,35, ‘accolto’ da urla incomprensibili di una folla indignata, ostentando un sorriso sogghignante che non è passato inosservato. “Trentasette anni per veder pagare questo balordo, che per altro sembrava fosse sogghignante con i morti che ha sulle spalle – ha concluso il vice premier – una bella soddisfazione e un ringraziamento alle Forze dell’Ordine che hanno reso possibile tutto questo. Si sta scrivendo una nuova pagina politica, dove chi sbaglia paga, siamo solo all’inizio“.

Lara Morano