Bombole nei cassonetti. Raggi: “altri due incivili colti sul fatto a Roma”.

Sventata una potenziale bomba ecologica a Roma Est, dove due persone sono state fermate nel tentativo di disfarsi di 63 bombole nei cassonetti della carta. La denuncia su Facebook del sindaco Raggi, unita al ringraziamento alla Polizia locale per aver evitato quella che avrebbe potuto trasformarsi in una tragedia

Succede a Roma est, a Tor Tre Teste: due persone sono state colte sul fatto nel tentativo di disfarsi di 23 bombole, dal peso complessivo di 160 Chili, nei cassonetti destinati alla raccolta della carta. I due si sono serviti di un furgoncino per portare a termine lo scellerato piano, ma sono stati immediatamente fermati dalla Polizia locale. Il sindaco Virginia Raggi, venuta a conoscenza dell’accaduto, ha prontamente postato sulla sua pagina social:  “Altri due incivili colti sul fatto. Tentavano di gettare bombole a pressione nei cassonetti della carta. Ma sono stati scoperti e denunciati dagli agenti della Polizia Locale. Prosegue la nostra battaglia contro chi sporca e inquina la citta’ scaricando i rifiuti dove non si dovrebbe, soprattutto se si tratta di rifiuti speciali pericolosi come nel caso specifico“. Se il tentativo di abbandonare le bombole al loro destino non fosse stato sventato, il rischio di una vera e propria bomba ecologica sarebbe stato elevato. “Ringrazio gli agenti della Polizia locale – prosegue la Raggi –  Abbiamo cosi’ evitato un danno ambientale e un rischio per i
cittadini”.

Lara Morano