Roma: Coldiretti protesta a difesa del pecorino romano

L’obiettivo della manifestazione è promuovere la qualità e la distintività del vero pecorino romano, un prodotto storico di grande tradizione che rischia di sparire dalle tavole tutelare il pecorino romano relegato ai margini del circuito produttivo, combattere le speculazioni e garantire un prezzo del latte di pecora sostenibile per gli allevatori. Si tratta di difendere una tradizione secolLa denuncia delle difficoltà del comparto produttivo laziale del Pecorino Romano.

0
54

Sono oltre un migliaio i pastori che oggi hanno lasciato le campagne per portare le pecore al pascolo al Foro Traiano, nel centro storico di Roma, per difendere il lavoro, gli animali, le stalle e i pascoli custoditi da generazioni. L’obiettivo della manifestazione promossa dalla Coldiretti è tutelare il pecorino romano relegato ai margini del circuito produttivo, combattere le speculazioni e garantire un prezzo del latte di pecora sostenibile per gli allevatori.

Si tratta di difendere una tradizione secolare con proposte concrete per valorizzare e promuovere la qualità e la distintività del vero pecorino romano, un prodotto storico di grande tradizione che rischia di sparire dalle tavole. Sono stati smascherati i casi di falsi pecorino nel mondo con l’esposizione di esempi scovati nei diversi continenti, dal Romano Made in Usa al Sardo prodotto in Canada, da dove vengono anche il pecorino friulano e il Crotonese, mentre è stato trovato in Gran Bretagna un kit per prepararlo addirittura a casa. “Senza i pastori l’Italia muore”, “#iomangioitaliano”, “Stop al cibo sfalso”, “Basta inganni, scegli l’Italia” sono alcune delle richieste che si leggono sui cartelli e sugli striscioni.

Lascia un commento

commenti