Come diventare Bartender

corso professional bartender

Avrai sicuramente sentito parlare dell’organizzazione di un corso bartender, magari nella tua zona, ed ora ti stai chiedendo quale sia l’occupazione di questa figura professionale.

I corsi bartender, infatti, vanno a formare dei lavoratori con competenze un po’ diverse rispetto a quelle del classico barista, e magari capendo che cosa faccia un bartender potresti decidere di intraprendere questa strada per il tuo futuro.

Corso bartender, che cosa si impara

Il bartender è colui che è capace di gestire l’area bar di un locale, ma che ha anche delle competenze in più rispetto a chi, ad esempio, si sia specializzato nella caffetteria.

Infatti, potresti decidere di diventare un flair bartender, cioè un professionista in grado non solo di realizzare dei cocktail, ma anche di servirli con una certa gestualità e spettacolarità.

Potrai, quindi, imparare a gestire al meglio le tue preparazioni, creando anche un’atmosfera particolare per la clientela che ti avrà richiesto un cocktail o una bibita.

Se pensi al professional bartender arriverai ad identificare la figura di un soggetto, uomo o donna che sia, capace di lavorare con destrezza e velocità, anche in contesti non proprio rilassati.

Un esempio classico è quello del professional bartender che lavora nelle discoteche e nei locali notturni in generale.

Questo soggetto dovrà essere in grado di servire i clienti velocemente, di ricordare ciò che gli viene detto, e anche di interagire con chi si trovi dall’altra parte del bancone, magari scambiando qualche parola oltre quelle convenzionali.

Competenza e carattere sono due pilastri fondamentali per questa professione.

Quindi, lo stile del bartender non prescinde dalle conoscenze del barman, che avrà dovuto assimilare con un corso bartender Roma passo per passo, ma si differenzierà per il fatto di essere più moderno e di potersi adattare a contesti diversi rispetto a quelli di un bar tranquillo e frequentato da una clientela che voglia un semplice aperitivo.