Ericsson. Protesta dei dipendenti a Montecitorio contro il ridimensionamento dell’occupazione

I dipendenti di Ericsson in piazza contro il significativo ridimensionamento dell’occupazione in Italia.

0
35

“I dipendenti di Ericsson hanno manifestato oggi in piazza di Montecitorio per protestare contro la politica aziendale che ha come obiettivo un ridimensionamento significativo dell’occupazione all’interno del nostro Paese”. È quanto dichiara in una nota Stefano Conti, Segretario Generale dell’UGL Telecomunicazioni.

“Purtroppo la vicenda Ericsson è particolarmente emblematica riguardo le dinamiche di un mercato che vede la volontà delle multinazionali prevalere sulle necessità di carattere sociale che dovrebbero caratterizzare le politiche di ogni governo. E anche sulla politica dell’Unione Europea – continua Conti –, più attenta ad applicare norme e regolamenti cavillosi e inutili, c’è da chiedersi cosa faccia per contrastare politiche distorte come la delocalizzazione che proprio Ericsson ha messo in atto”.

“La realtà è che le volontà dei popoli – dichiara in conclusione – possono ancora prevalere sulle volontà delle oligarchie finanziarie pronte a saccheggiare e a impoverire qualsiasi contesto sociale pur di ingrassare le proprie tasche”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti