Frosinone, corruzione sulle protesi sanitarie: due sospensioni

Il Tribunale di Frosinone ha sospeso per un anno dal lavoro due persone per corruzione: un fisioterapista dell'Asl ed il titolare di una ditta di materiali ortopedici.

0
55

Il giudice del Tribunale di Frosinone ha sospeso dal lavoro per un anno un fisioterapista 45enne (in servizio all’Asl di Frosinone) ed il titolare di una ditta di materiali ortopedici con sede a Ferentino, in particolare quest’ultimo è stato indagato per corruzione in concorso.

Stando alle ricostruzioni del giudice, il fisioterapista dell’Asl intascava tangenti dal titolare della ditta (per un totale di circa 10.000 euro al mese), al fine di avere un ritorno di pazienti all’interno della sua azienda di materiali ortopedici.

Il fisioterapista non ha risposto alle domande del giudice, mentre l’amministratore della ditta di materiali (che si è dichiarato estraneo agli avvenimenti accaduti) ha voluto collaborare approfondendo la situazione: al G.I.P. ha sostenuto di non aver mai effettuato pagamenti nei confronti del fisioterapista dell’Asl. Tra gli indagati risulta anche una donna, ovvero la segretaria del fisioterapista: a lei spettava il delicato ruolo di occuparsi delle pratiche sui materiali ortopedici.

Lascia un commento

commenti