Giorgio Silli (Forza Italia): “decreto Sicurezza imperfetto ma condivisibile. Convintamente ‘no’ al Governo Gialloverde”

A poche ore dal voto di fiducia del decreto sicurezza, le varie minoranze esprimono le loro diverse perplessità, con l’unico denominatore comune di vedere nel governo gialloverde la contraddizione per definizione. Se il Partito democratico attacca anche rispetto alle nuove norme introdotte in materia di accoglienza, dove ci sono più restrizioni e più severità per i richiedenti asilo, Forza Italia si trova allineata con la Lega, e ancora una volta emerge la compattezza del Centrodestra quando si tratta di prendere decisioni. “Noi siamo convintamente contro il governo gialloverde, quindi voteremo contro la fiducia nei confronti del Governo – dichiara l’Onorevole Giorgio Silli – .Per quanto riguarda il decreto sicurezza la nostra linea si sposa perfettamente con quella della Lega. Il decreto è perfettibile, abbiamo presentato degli emendamenti, non è assolutamente ciò che ci aspettavamo al cento per cento, ma siamo pronti a votare a favore”. Nell’ambito di ciò che potrebbe essere perfezionato secondo gli azzurri c’è, tra le altre cose, l’impiego di risorse economiche a favore delle Forze dell’ordine e una maggiore chiarezza sul tema occupazione abusiva di immobili, due preoccupazioni sollevate ieri in aula dall’Onorevole Gregorio Fontana. Il quadro è sempre lo stesso fin dall’inizio: l’attrazione naturale tra i partiti di Centrodestra stride con la convivenza (a quanto pare) ‘pacifica’ delle due forze politiche al governo, che sembrano viaggiare su due binari paralleli comunicando solo per non intralciarsi a vicenda, ma portando avanti due programmi completamente diversi.

Lara Morano