Le Buone pratiche per l’economia circolare sbarcano a Montecitorio

Le buone pratiche raccolte su zerosprechi.eu. Presentato oggi in conferenza stampa alla Camera dei Deputati il nuovo sito che ha la vocazione di sensibilizzare, informare e avviare la popolazione ad applicare le buone prassi in materia di smaltimento e riciclo dei rifiuti, in un’ottica di evoluzione civica e salutare del paese. Il progetto parte dall’associazione ONLUS Amici della terra, e ha avuto la benedizione del ministero dell’Ambiente che insieme alla collaborazione di ANCI (membro firmatario) si pone l’obiettivo di diffondere in maniera capillare in tutti i comuni italiani una corretta informazione circa l’importanza dell’economia circolare che, se ben capita e correttamente applicata, apporterà benefici economici e ambientali. “E’ necessario cambiare la mentalità di approccio all’argomento rifiuti – spiega la deputata leghista Vania Gava -: lo scarto non deve essere visto come un rifiuto ma come una risorsa, ed è necessaria una campagna di sensibilizzazione che parta dall’istruzione, sensibilizzando e istruendo soprattutto i ragazzi che in materia di apprendimento sono come delle spugne”. Il sito, facilmente consultabile, si struttura in 4 punti cardine: Buone pratiche, che consiste in una raccolta di schede informative di chi ha collezionato esperienze virtuose in Italia, Falsi Miti, che si propone di sgretolare smontare tutte le fake news sull’argomento, un Glossario che contiene tutti i termini di base dell’economia circolare, e per finire uno spazio dedicato agli approfondimenti, con normative e documentazioni per chi vuole entrare nel vivo di un argomento specifico. Sul sito sono presenti 17 buone pratiche raccolte grazie alla testimonianza e all’operato di alcune aziende particolarmente virtuose, e di privati cittadini attenti all’ordinaria diligenza.

Lara Morano