di Chiara Manfredini

Era tra i 23 feriti dell’esplosione di Borgo Quinzio, il devastante incidente che ha ucciso un collega vigile del fuoco e un civile, nella stazione di rifornimento IP sulla via Salaria, a Fara Sabina. Dicono che Alessandro Senziola, 33 anni, maglianese, da poco di venuto papà, sarà candidato con la Lega alle prossime comunali di Magliano Sabina. È apparso in foto sul Corriere di Rieti, nella prima uscita pubblica a Villa Mariotti del partito di Matteo Salvini. Non è ancora ufficiale la lista dei nomi, ma ormai in paese gira il nome di Riccardo Corsetto, come candidato alla carica di sindaco.

Corsetto, Alessandro Senziola era a Villa Mariotti in prima fila alla presentazione della Lega per Magliano. Insieme a lei e al dirigente laziale Fabrizio Santori, che la Lega vorrebbe candidare all’Europarlamento. 

Alessandro Senziola

“Alessandro è residente a Magliano Sabina. Dove noi stiamo lavorando a radicare la Lega e per creare un gruppo di persone per bene e competenti, ognuno con le proprie esperienze. Chi lavora per proteggere la vita degli altri e lo Stato per noi rappresenta il meglio. Quindi coinvolgere Alessandro, che a Magliano ci è nato e ci vive, era un dovere. La Lega con il Senatore Candiani era andata già a trovarlo in ospedale dove era ricoverato per le ustioni riportate.”

Quindi sarà candidato della Lega al consiglio comunale di Magliano?

“Intanto posso dire che Alessandro ha sposato il nostro progetto. E questo ci rende orgogliosi. Noi vogliamo gente sana, che sappia cosa significhi il lavoro e la dedizione, con il senso della famiglia, con competenze e immediatamente riconoscibile all’elettore. Lo diciamo sempre che le idee camminano sulle gambe degli uomini e hanno il volto di chi le rappresenta.”

Quel maledetto 5 dicembre Senziola era di servizio, quando è arrivata la chiamata d’emergenza che è costata la vita al collega Stefano Colasanti e a un civile.

“Ha svolto il suo dovere come fanno tanti uomini delle forze dell’ordine e della protezione civile, tutti i giorni, senza i riflettori. Per fortuna se l’è cavata con delle ustioni. Alessandro risponde al comando di Rieti ed è distaccato a Poggio Mirteto. Non è stato fortunato un collega che purtroppo è rimasto ucciso nell’esplosione. E non era nemmeno in servizio quel giorno. Queste persone meritano di essere messe in prima fila perché sono un esempio per tutta la comunità.”

Villa Mariotti – Lega Magliano Sabina

Ci può dire qualcosa degli altri candidati?

“La squadra c’è. Stiamo lavorando per chiudere il cerchio. Ringrazio Gianni Montini, Massimo Orsini, Marina Malafoglia e Mattia Carfora per il loro essenziale contributo. Stiamo lavorando a una rosa di sicuro pregio, tutte persone del territorio e di esperienza. In lista avremo dottori in legge, professionisti, assistenti sociali, insegnanti, e operai agricoli. Le espressioni migliori del territorio. A Maggio Magliano andrà a elezioni anche per le Europee. Il contributo dei maglianesi che apprezzano il lavoro di Salvini sarà importante anche per cambiare le cose in Europa. Noi vogliamo stare in un’Europa madre dei Popoli. Questa Unione europea di oggi invece è matrigna.”

I nomi in lista però non ce li dice.

“Al momento giusto faremo una conferenza stampa, alla presenza dei candidati, giornalisti e ovviamente i cittadini di Magliano. Inviteremo sicuramente il Senatore Umberto Fusco che è stato sempre attivissimo nel radicare la Lega in Sabina e a Magliano.”

Dicono che il PD di Magliano, che inizialmente doveva fare una lista insieme all’attuale maggioranza, voglia provarci in solitaria adesso che ci siete anche voi, e puntare sul possibile effetto “corrosione” che la Lega potrebbe avere su “Magliano Insieme”. Che ne pensa? 

“Se così fosse vuol dire che la Lega ha già fatto molto bene a Magliano. Senza di noi adesso ci sarebbe una sola lista in campo, con Pd e maggioranza in un’unica formazione priva di contraddittorio, e dal sapore trasformista. Noi siamo arrivati per offrire una possibilità di alternanza. Se lei mi dice che in campo ci saranno addirittura tre scelte, anziché una sola come si profilava, vuol dire che la Lega ha già dato a Magliano un risultato benefico concreto. Per quanto riguarda i calcoli del PD comunque non sono affatto d’accordo…”

Ovvero?

“Se, come qualcuno osserva, il Partito Democratico pensa di staccarsi da “Magliano Insieme”, prevedendo che la Lega peschi solo dalle parti della maggioranza, cercando di sfruttare questo vantaggio, a mio avviso la valutazione non è corretta. Non posso prevedere l’esito della competizione, ma la Lega oggi dimostra di raccogliere consenso in tutte le direzioni. Nel Pd e non solo. Anche tra i tanti elettori che alle ultime politiche hanno scelto Cinque Stelle, stanchi della cattiva politica. So che in queste ore il PD sta decidendo se andare assieme o da solo. Noi da parte nostra affronteremo una partita aperta, sincera, e tutta all’attacco. Come è tipico della Lega. (L’UNICO – Tutti i diritti riservati)

LEGGI anche: Lega Magliano Sabina, prima uscita pubblica a Villa Mariotti