Magliano Sabina, il PD appoggia la lista di Falcetta e gli iscritti contestano la scelta

Il PD maglianese si dice deluso dal mancato coinvolgimento degli elettori nella scelta della linea politica del partito per le prossime amministrative, e la base decide di scrivere ai vertici provinciali e regionali. Corsetto (Lega): "Oggi voi iscritti siete stati ignorati dai vostri dirigenti e la vostra storia è stata vilipesa, ma sappiate che qui da noi c'è spazio per le vostre battaglie e per la questione morale".

magliano sabina eroli

È tensione nel PD a Magliano Sabina. La segretaria del circolo maglianese Antonella Chieti e il consigliere comunale dem Emanuele Eroli hanno infatti deciso di sostenere la lista civica Magliano Futura Insieme di Giulio Falcetta, ma gli iscritti e i simpatizzanti non hanno accolto di buon grado questa decisione. Hanno così deciso di scrivere ai segretari provinciali e regionali del partito.

magliano sabina emanuele eroli
Emanuele Eroli, capogruppo Pd all’opposizione e candidato con la maggioranza uscente. La base del Pd non ha digerito quello che viene definito un ‘inciucio’

“Per la prima volta nella storia delle elezioni amministrative maglianesi – scrivono – gran parte degli elettori di centrosinistra non si sentirà rappresentato. Abbiamo deciso di manifestare il nostro disappunto in merito alle affermazioni del segretario Chieti e denunciamo la totale assenza di dibattito interno al circolo. Solo il 31 marzo è stata convocata una riunione del partito, dove la maggioranza dei presenti ha espresso opinione contraria all’adesione del PD nella lista Magliano Futura Insieme”. “La nostra delusione – aggiungono – deriva dalla totale assenza di coinvolgimento degli elettori PD nella scelta dell’indirizzo politico, che, invece di essere condivisa con i tanti maglianesi che parteciparono alle primarie di marzo, ci pare essere stata tracciata in altra sede”. “La presenza del PD con Eroli all’interno della lista Magliano Futura Insieme – scrivono i dem in conclusione – non è stata ratificata da alcun voto ufficiale dell’assemblea degli iscritti, ponendosi in netto contrasto con i valori democratici del nostro partito, sanciti dall’articolo 1 dello statuto del PD”.

magliano sabina salvini
Riccardo Corsetto insieme al ministro degli interni Matteo Salvini che espone una maglia con la scritta Magliano Sabina

Intanto il candidato sindaco per la Lega, Riccardo Corsetto, dal palco di piazza Garibaldi, allestito per la chiusura della campagna elettorale, si è rivolto proprio agli iscritti del PD. “Sono cresciuto con l’esempio morale di persone come Enrico Berlinguer” ha detto.  “Il comunismo che combatteva la proprietà privata non l’ho mai approvato – ha aggiunto Corsetto –, ma se comunismo è combattere per la causa dei deboli e degli oppressi allora io sono comunista come voi“. “Oggi voi iscritti siete stati ignorati dai vostri dirigenti e la vostra storia è stata vilipesa. Noi abbiamo rifiutato di presentarci con liste civiche perché non ci piace ingannare l’elettore – ha concluso –, ma sappiate che qui da noi c’è spazio per le vostre battaglie e per la questione morale”.

Francesco Amato