Magliano Sabina, a rischio 41 posti di lavoro. Corsetto (Lega): “Pavimental come Ospedale Marini”

Ore contate per i dipendenti Pavimental di Magliano Sabina, l'azienda che si occupa della manutenzione del tratto autostradale A1 nella Bassa Sabina. Lega all'attacco, vicenda simile a Ospedale Marini. Il candidato sindaco Corsetto: "Magliano Sabina depredata da dieci anni di isolamento politico"

Dichiarati in esubero dall’azienda e praticamente licenziati. Hanno le ore contate i duecentonove dipendenti della Pavimental, la società che esegue le manutenzioni del manto stradale per conto del Gruppo Atlantia, a sua volta controllato da Autostrade Spa. 41 dipendenti sono in servizio nello stabilimento di Magliano Sabina, che si occupa del tratto autostradale A1 tra San Cesareo e Orte.

Il 16 maggio i sindacati del settore costruzioni, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, hanno manifestato sotto il palazzo della società Autostrade in Via Bergamini a Roma, ponendo al centro della mobilitazione, la sospensione dei licenziamenti per i 209 lavoratori del comparto manutenzioni Pavimental, e per tentare di scongiurare quella che si prospetta come una nuova macelleria sociale, anche per Magliano Sabina, che ospita sul territorio comunale 41 dipendenti, e che erano oltre cento, solo fino a pochi anni fa.

SINDACATI ALL’ATTACCO: “BUGIA DEL MINISTRO A CINQUE STELLE TONINELLI: “CONTINUATE A LAVORARE SFORANDO, ANZI NO” 

Rammarico dei lavoratori Pavimental, che insieme ai colleghi della Spea Spa, hanno hanno duramente attaccato il ministero dello Sviluppo Economico, “colpevole” di aver avallato il piano dei tagli durante il tavolo di crisi del 19 aprile, secondo quanto affermato dai sindacati.

Nonostante le proteste, nessun ripensamento ad oggi da parte di Società Autostrade, e nemmeno del Ministero dei Trasporti, guidato dal Cinque Stelle, Danilo Toninelli, colpevole secondo i sindacati di aver espresso ad Atlantia parere positivo a proseguire con i lavori, sforando delle percentuali e per poi intervenire con le sanzioni.”

Una “soluzione semplice” – dicono i sindacati – però smentita poco dopo dai fatti, tanto che ora i licenziamenti sembrano inevitabili, perché il dicastero guidato dal cinque stelle Toninelli ha inviato una missiva ad Atlantia con il divieto di affidare lavori a Pavimental. “Non è possibile dismettere un’azienda altamente qualificata – dicono i sindacati – nel settore della sicurezza autostradale quando oggi più che mai per la manutenzione delle autostrade italiane c’è bisogno di alte e qualificate professionalità, vogliamo capire perché questa doppia versione da parte del ministero Trasporti.” Intanto i sindacati annunciano lo sciopero generale nazionale.

LEGA, CORSETTO: “VICENDA TRISTE COME L’OSPEDALE, MAGLIANO UMILIATA E OFFESA”

Sotto la sede di via Bergamini, tra i manifestanti anche il candidato sindaco della Lega a Magliano Sabina, Riccardo Corsetto, giornalista romano, che ha espresso preoccupazione per la sorte dello stabilimento di Magliano Sabina, “già duramente decimato” negli ultimi anni. “La vicenda della Pavimental è l’ulteriore conferma – ha detto il candidato sindaco leghista – di come Magliano Sabina continui a patire saccheggi senza reazioni, e il totale isolamento politico che ha già decretato la chiusura dell’Ospedale, Marzio Marini, e adesso anche della Pavimental.

Francesco Amato