Malasanità: nasce il Mutuo Soccorsolegale Medici

Il servizio, che non rientra nel mondo delle assicurazioni, mette a disposizione del medico tutta una serie di figure professionali necessarie per affrontare eventuali processi giudiziari

0
53

“Secondo i dati in nostro possesso, un italiano su tre si lamenta di malasanità”. E’ quanto affermano Fabrizio Fossati e Calogero Caponetto, responsabili del nuovo servizio M.S.M – Mutuo Soccorsolegale Medici. Uno strumento nato per tutelare la figura del medico e del personale sanitario dal sempre più dilagante fenomeno del Medical Malpractice.

Il servizio, che non rientra nel mondo delle assicurazioni, mette a disposizione del medico tutta una serie di figure professionali necessarie per affrontare eventuali processi giudiziari. Secondo un’indagine dell’ANIA, si stima che in un anno solare si registrano circa 34.000 denunce verso medici privati, dovute principalmente a presunti errori nelle diagnosi e nella prescrizione dei farmaci.

Secondo l’Eurobarometro, su un campione di 5000 persone il 68% degli intervistati ritiene che gli errori di diagnosi e prescrizione farmaci siano i più frequenti e preoccupanti, mentre il 23% dichiara di aver subito direttamente (o in famiglia) problemi causati dal Medical Malpractice. Negli ultimi 5 anni, i ricorsi in Europa sono aumentati del 38%.

Per tutelarsi, sarebbe necessario che le strutture ed il personale sanitario fossero garantiti anche sul piano assicurativo, ma purtroppo in Italia non vi è alcuna legge o normativa che lo preveda. Da questa mancanza nasce M.S.M., che oltre a fornire assistenza propone anche una serie di polizze assicurative per coprire sia le possibili “colpe lievi” che le “colpe gravi”, e garantire la tutela del medico anche sul piano economico. Il servizio dunque si propone anche nell’ottica del risparmio, sia per il personale medico che per le strutture sanitarie.

“Attualmente in Italia la problematica assicurativa ha un ruolo sempre più rilevante nell’attività professionale dei medici o sanitari – ci ricordano Fossati e Caponetto – ed appare assolutamente necessario realizzare un sistema in grado di fornire loro una consulenza e tutela legale tempestiva e specialistica, atteso il continuo mutare di leggi e sentenze, molto spesso sfavorevoli alla classe medica ed ai sanitari in genere”.

Lascia un commento

commenti