Migranti, 70 sbarcati a Lampedusa. Salvini: “Via alle espulsioni”

70 migranti sono sbarcati ieri sera a Lampedusa, salvati dalla Guardia costiera. Salvini: "In Italia si entra rispettando le regole. Al lavoro per le espulsioni".

È stato intercettato mentre si dirigeva verso le coste siciliane un barcone con 70 migranti a bordo. Subito è stato raggiunto da una motovedetta della Guardia costiera di Lampedusa, che ha provveduto al trasbordo dei naufraghi per fare poi rientro nell’isola. Fonti del Viminale riferiscono che si tratta di 53 sedicenti tunisini e 17 sedicenti libici, e tra di essi c’è almeno una donna. Il numero esatto di migranti è stato verificato dalle autorità italiane, alle quali inizialmente era stato dichiarato un gruppo di 90 naufraghi.

Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, ha ribadito che nell’isola i porti sono aperti. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha invece preso atto della situazione, annunciando che, una volta completate le operazioni di identificazione che accerteranno la loro effettiva nazionalità, i migranti saranno prontamente espulsi. “In Italia si entra rispettando le regole – ha dichiarato Salvini –. Siamo già al lavoro affinché i 70 clandestini arrivati a Lampedusa vengano rispediti a casa loro nelle prossime ore”.

Intanto, critiche al leader della Lega arrivano dal Centrodestra, con cui il Carroccio è alleato a livello locale ma non a livello nazionale. Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, attacca: “Con i 90 clandestini presi oggi in mezzo al mare e portati a Lampedusa, i porti tornano a essere spalancati ed è ufficialmente ricominciata la stagione dell’invasione”. “Dopo il decreto flussi di ieri – ha aggiunto –, che prevede decine di migliaia di nuovi ingressi, riappaiono dunque i barconi”.

Intanto Matteo Salvini approfitta di un episodio di cronaca per marcare ulteriormente la sua posizione di rigidità. Il riferimento è ad un gruppo di ghanesi arrestati dalla Polizia che a Pordenone falsificavano documenti e chiedevano 6mila euro per facilitare agli immigrati l’arrivo in Italia. “È l’ennesima dimostrazione che l’immigrazione illegale e disordinata è un business da sradicare – commenta su Facebook –. Grazie agli inquirenti e alle Forze dell’Ordine”.

Francesco Amato