Il Ministro Centinaio (Lega) ospite d’onore nella sua università nonostante le proteste di alcuni esponenti di sinistra

Il ministro dell’agricoltura e del turismo Gian Marco Centinaio (Lega) è stato ospite d’onore per l’apertura dell’anno accademico all’Università di Pavia, la sua città, dove è stato anche vice sindaco e assessore alla cultura prima di iniziare la sua avventura in Senato. La sua presenza è stata messa in discussione qualche giorno fa dai rappresentanti dell’associazione Antifascista Anpi, di cui fanno parte alcuni docenti stessi che hanno aderito alla protesta. Una situazione probabilmente imbarazzante anche per il Magnifico Rettore Fabio Rugge, che ha dovuto mantenere l’ equilibrio nel difendere una carica istituzionale che merita rispetto senza inibire la libertà di espressione. Le accuse rivolte a Centinaio riguarderebbero alcuni suoi comportamenti passati, dai quali lui stesso ha preso le distanze scusandosi pubblicamente, e da allora è passato del tempo. L’opinione pubblica si è divisa tra chi non ha proprio mandato giù alcune modalità adottate dal leghista, e chi invece trova inaccettabile la mancanza di rispetto verso un Ministro della Repubblica che ha oltretutto contribuito alla crescita della propria città. Gian Marco Centinaio si è distinto negli anni per un linguaggio spesso molto diretto, a volte tutt’altro che moderato, in linea con il partito da cui proviene, ma c’è anche da dire che quando è stato il momento di chiedere scusa l’ha fatto. Ciò che fa indignare i numerosi supporter del Ministro è la motivazione di base della protesta, che avrebbe una struttura prettamente politica con un margine di obiettività ritenuto discutibile. Durante gli anni di mandato come assessore alla Cultura di Pavia, Centinaio ha portato a casa risultati inopinabili, e ci riferiamo alle grandi mostre organizzate al Castello Visconteo (che hanno fatto il bagno di visitatori) e ad altre iniziative volte al miglioramento della città. I messaggi di solidarietà sono stati tanti, alcuni provenienti anche da avversari politici che siedono in consiglio comunale a palazzo Mezzabarba (il Comune di Pavia), e oggi la cerimonia si è svolta in un clima di armonia, mentre i pochi manifestanti si sono limitati a sventolare qualche bandiera nel cortile dell’Università.

  il corteo di protesta all’Università di Pavia

Tanto rumore per nulla – scrive su Facebook l’ex sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, oggi onorevole in Parlamento tra le file di Forza Italia (presente anche lui alla cerimonia), e commenta: – Bellissima inaugurazione dell’anno accademico. Complimenti al Magnifico per oggi, ma soprattutto per il lavoro di questi anni e complimenti all’amico Gian Marco Centinaio per un intervento fatto con la testa e con il cuore”.

 Alessandro Cattaneo, Parlamentare di Forza Italia, insieme al Ministro Centinaio. I due hanno lavorato insieme rispettivamente come sindaco e vice sindaco a Pavia dal 2009 al 2014. Oggi rappresentano il loro territorio a livello nazionale

Il Ministro preferisce non rilasciare dichiarazioni in merito all’accaduto, ma il sostegno è arrivato da ogni parte, e chi lo ha contestato non ha creato disordini.

Lara Morano