Ospedale Forlanini, Maritato: “Oltre al danno anche la beffa”

L’ex ospedale Forlanini, chiuso da un anno e mezzo e di proprietà regionale, è ora utilizzato come set per riprese cine-tv e il degrado avanza tra black-out e allagamenti

0
29

“Oltre al danno anche la beffa – ha dichiarato in una nota il neo candidato presidente alla Regione Lazio, Michel Emi Maritato -“. L’ex ospedale Forlanini, chiuso da Zingaretti da un anno e mezzo, di proprietà regionale, è ora utilizzato come set per riprese cine-tv e i fondi ricavati finiscono nelle casse di via Cristoforo Colombo. Alla struttura restano solo gli svantaggi.
“L’ultima assurdità – prosegue Maritato – si è verificata al magazzino inventario, un servizio che dispone di immensi spazi adibiti a deposito di sofisticate strumentazioni sanitarie, che corrono grandi rischi. Per favorire il set cinematografico, che fino a pochi giorni fa ha occupato i locali abbandonati dell’ex nosocomio, sono stati riattivati i riscaldamenti da tempo spenti e ciò ha provocato la rottura delle tubazioni, con conseguente stillicidio nel sottostante magazzino e un grosso rischio corso per le lampade scialitiche, salve per miracolo.
Tale episodio – afferma Maritato – ha provocato l’interruzione dell’energia elettrica, costringendo i dipendenti a lavorare con le torce. Se a ciò aggiungiamo una recente invasione dei cosiddetti “calabroni killer” – conosciuti anche come vespa velutina – specie di grande insetto con puntura pericolosa per l’uomo, il desolante quadro è completo”.
“E la Regione Lazio fa finta di nulla, – conclude – con i pochi dipendenti rimasti al freddo, i viali d’accesso pieni di buche-voragini, gli ascensori di accesso agli uffici interrotti, gli accessi per gli stessi uffici serrati e un servizio vigilanza che ha militarizzato la splendida struttura”. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti