Campo nomadi La Barbuta, Palozzi (Fi): “E’ necessaria la progressiva dismissione fino alla chiusura”

Ancora disagi a Ciampino dovuti al campo nomadi La Barbuta. Interviene il consigliere regionale di Forza Italia Adriano Palozzi.

0
48

“Voglio ringraziare gli agenti della Polizia Locale di Ciampino che nelle scorse ore hanno bloccato un’auto con a bordo cinque bambini e una donna, residenti del campo nomadi La Barbuta, che ha cercato di forzare un posto di blocco con una pericolosa inversione di marcia in una strada ad alto scorrimento di Ciampino”. È quanto si legge in una nota del consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente e Politiche Abitative, Adriano Palozzi.

“Siamo di fronte all’ennesimo esempio, stavolta fuori dal campo, perpetrato da un abitante de La Barbuta in sfregio delle leggi e del buon vivere civile – continua Palozzi –. L’episodio segue la rissa, scoppiata nemmeno un mese fa all’interno dell’insediamento e che ha visto coinvolte una trentina di persone. Senza considerare la miriade di roghi tossici che sistematicamente si alzano dal perimetro dell’insediamento nomade, causando problemi alla vivibilità delle popolazioni di Ciampino e Morena”.

“Tutta questa anarchia illegale deve terminare – scrive in conclusione –, è necessaria la progressiva dismissione del campo nomadi La Barbuta fino alla totale chiusura: ricordo, infatti, che il campo da tempo vive tra faide interne e una situazione igienico-sanitaria precaria. Problematiche e criticità sulle quali l’amministrazione a 5 Stelle sembra voltare le spalle, lasciando la periferia romana e l’area metropolitana in balia degli eventi” (L’UNICO).

Lascia un commento

commenti