Panino al botulino, cinque intossicati al Pigneto

Cinque persone sono rimaste intossicate al Pigneto dopo aver mangiato un panino al ciauscolo. La causa di ciò sarebbe il botulino.

0
34

Un panino al ciauscolo (il salame spalmabile marchigiano) ha causato l’intossicazione ed il conseguente ricovero di cinque persone.

Stando alle analisi, si tratterebbe di botulino, ovvero la tossina che si sviluppa nei barattoli alimentari conservati male.

Cinque persone si sono sentite male lo scorso 4 novembre, dopo aver mangiato alla paninoteca “Dar Ciriola” al Pigneto, nella periferia est di Roma. Il più grave di questi, Adolfo Bussone (farmacista 29enne) è stato ricoverato al San Giovanni-Addolorata ed ha dichiarato a Il Messaggero: “Ho impiegato cinque ore a tornare a casa quella sera, mi sentivo svenire. Sbandavo con l’auto, più volte ho sfiorato il guard-rail. La mattina seguente, non sentivo più i muscoli, come paralizzato, così mi sono fatto accompagnare in ospedale. Ora ho paura, ho saputo che una donna è morta“. Al momento la pupilla sinistra di Bussone non risponde agli impulsi luminosi.

Intanto, gli ispettori dell’Asl ed i NAS hanno ispezionato il locale e tutti i prodotti, ponendo particolarmente attenzione sul ciauscolo.

Qualche ora fa, la paninoteca Dar Ciriola ha rilasciato su Facebook un comunicato ufficiale: “Leggendo il giornale di oggi ci dispiace moltissimo per l’accaduto e siamo vicini alle persone coinvolte. Le autorità competenti stanno indagando sul caso e noi fiduciosi stiamo aspettando, sicuri che il nostro lavoro è sempre coerente con la normativa vigente. Dopo i controlli che hanno effettuato ieri presso il locale, hanno verificato che sia il locale sia i prodotti rispettano le normative igieniche vigenti e stanno indagando su alcuni fornitori. Il locale è aperto regolarmente e noi, come voi, siamo amareggiati e vicini alle persone coinvolte

Lascia un commento

commenti