Ponte Milvio, crolla palazzina a via Farnesina

0
63
Via Farnesina, Palazzina crollata

Secondo quanto si apprende non ci sarebbero vittime né feriti. Il crollo è avvenuto poco dopo le 02.30.

Ieri mattina i vigili del fuoco avevano effettuato un sopralluogo nei pressi del palazzo che si trova all’inizio di via della Farnesina, vicino alla chiesa Gran Madre di Dio, non molto distante da Ponte Milvio. Nel corso del sopralluogo erano state riscontrate lesioni e fessurazioni dello stabile e si era deciso di monitorare la situazione. Nella serata le lesioni si sono aggravate e i vigili del fuco hanno deciso di evacuare non solo il palazzo ma anche alcuni stabili adiacenti.

“Ho sentito degli scricchiolii fortissimi e poi tanta, tantissima acqua che scorreva – racconta un’altra inquilina – non riuscivo ad uscire, il portone era già bloccato. Siamo riusciti ad andare via dal giardino e poco dopo il palazzo è venuto giù. Ora non esiste più e mi hanno detto che potevo dormire lì”.

“Poco dopo le due abbiamo sentito dei forti rumori” racconta un residente del quarto piano. “Abbiamo sceso le scale che nel frattempo si sgretolavano sotto i nostri piedi. Arrivati giù il portone non si apriva, siamo usciti dalla finestra condominiale”.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.50

“Siamo circa duecento persone evacuate, residenti in quattro palazzine adiacenti a quelle del crollo.” Lo ha detto al quotidiano online L’Unico un residente di Via della Farnesina, abitante in una delle palazzine vicine a quella crollata. “E’ caduta una porzione – ha raccontato l’uomo – sotto queste case, costruite negli anni ’50, è risaputo che scorrano delle grandi falde d’acqua che comunicano con il letto del Tevere. Già qualche anno fa, durante gli scavi per la costruzione del centro commerciale di Via Riano a Ponte Milvio, c’erano stati dei cedimenti di alcune palazzine, proprio per le condizioni della zona che nella storia ha subito importanti inondazioni ed ha una particolare situazione idrogeologica.”

I vigili del fuoco hanno estratto vivo, un cane dalle macerie.

Lascia un commento

commenti