“Risorse romane”: tutti i crimini degli amici di Lauretta del fine settimana

Dal 28 al 31 agosto. Ecco quello che hanno combinato alcune delle risorse nella Capitale anche questa settimana

nella foto sopra, Riccardo Corsetto, segretario Lega Ponte Milvio

Cari amici sovranisti, anche questa settimana non ci facciamo mancare la scorpacciata di “risorse romane”. Ovviamente criminali. Cominciamo con Marocco e Romania. Direttamente dall’ufficio stampa dell’Arma, che due giorni fa ha posto in stato di arresto due borseggiatori, nella Stazione di Vittorio Veneto.

QUI MAROCCO

Si tratta di un 49enne marocchino e una 65enne romena entrambi, disoccupati, con precedenti. Le due risorse vengono sorprese a bordo di un convoglio della metro linea “A”, altezza fermata “Termini”, subito dopo aver asportato con destrezza il portafoglio, ad un turista di Belluno. I Carabinieri che stavano svolgendo uno specifico servizio antiborseggio li hanno subito bloccati e arrestati. La refurtiva è stata recuperata e restituita. I due arrestati sono stati trattenuti, in attesa del rito direttissimo.

Il 28 agosto invece siamo sulle piazze di spaccio di Tor Bella Monaca. I Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca hanno portato a termine alcune attività antidroga che hanno permesso di arrestare altri 3 pusher.

QUI ROMANIA 

Nel pomeriggio di ieri, al termine di una attività di osservazione, in una nota piazza di spaccio di via dell’Archeologia, i militari hanno arrestato un pusher romeno. A seguito del controllo scoperto con 30 dosi di eroina e 7 dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 15 grammi e della somma contante di 490 euro, ritenuti provento dell’illecita attività.

QUI MALI

Ieri invece un cittadino del Mali e un cittadino senegalese, entrambi di 25 anni, con precedenti, sono stati sorpresi nella loro abitazione di via Salmoiraghi in possesso di pasticche di ecstasy e dosi di marijuana. In manette è finita anche una 33enne, di origini bosniache, domiciliata a Montecompatri in quanto destinataria di un ordine di carcerazione, emesso dell’ufficio di sorveglianza di Roma, dovendo espiare la pena residua di anni 2 e mesi 4 per il reato di furto in abitazione.

QUI NIGERIA

I Carabinieri della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato due cittadini nigeriani di 28 e 32 anni, con precedenti, senza fissa dimora e irregolari sul territorio nazionale, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri hanno controllato i due cittadini stranieri, notati aggirarsi con fare sospetto nei pressi della Stazione Roma Tiburtina e poi incamminarsi verso la metropolitana di piazza Bologna. I due, fermati nei pressi della metro, si sono mostrati agitati, motivo che ha spinto i militari ad approfondire gli accertamenti nei loro confronti. Negli zaini sono stati rinvenuti alcuni involucri termosaldati che custodivano al loro interno complessivamente 4,3 kg di marijuana. La droga recuperata è stata sequestrata, mentre i due stranieri sono stati accompagnati in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

QUI LIBIA

In poche ore, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno arrestato 4 ladri sorpresi a rubare nel centro storico della Capitale. Il primo, 54enne di origini libiche, è stato sorpreso dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale, nel corso di uno specifico servizio antiborseggio, a bordo del bus di linea 87, subito dopo aver rubato un hard disk portatile ad un passeggero. L’episodio è accaduto all’altezza di Largo Argentina e l’uomo vittima del furto non si è neanche accorto della mano lesta del ladro. I Carabinieri hanno subito bloccato il ladro che è stato arrestato e condotto in caserma, in attesa del rito direttissimo.

QUI CILE

Nella centralissima via del Corso, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina hanno bloccato ed arrestato due donne ed un uomo cileni sorpresi mentre rubavano una borsa ad una turista di Haiti. I Carabinieri, di pattuglia in abiti borghesi, li tenevano d’occhio in quanto già noti per precedenti episodi di furto. Appena sono entrati in azione, all’interno di un negozio dove l’ignara turista aveva appoggiato la borsa per provare un capo di abbigliamento, li hanno bloccati e arrestati. Tutti e tre sono stati portati in caserma in attesa del rito direttissimo.