Rubli dalla Russia? il parere dell’esperto

"Ho gestito per 20 anni circa il 20% dell'energia primaria circolante in Italia: prodotti petroliferi, carbone e gas. Ho personalmente partecipato a transazioni tipo quelle di cui si parla sui giornali. Posso assicurare che le cose non si verificano come raccontato sui media che accusano la Lega: ne deduco che o si tratta di una trappola o di una bufala"

Caro Direttore, oggi mi è capitato tale mani l’Espresso, con la sua violenta campagna scandalistica sulla Russia. Ebbene, negli anni passati, come detto nei nostri incontri, ho gestito per 20 anni circa il 20% dell’energia primaria circolante in Italia: prodotti petroliferi, carbone e gas. Ho personalmente partecipato a transazioni tipo quelle di cui si parla sui giornali. Ti posso assicurare che le cose non si verificano come raccontato sui media che accusano la Lega: ne deduco che o si tratta di una trappola o di una bufala.

Tieni conto che, prima di sedersi al tavolo, per trattative di questo ordine di grandezza, vengono richieste referenze bancarie ed infrastrutturali di prim’ordine.  Nulla di tutto questo appare dai resoconti e dunque mi sembra il tutto improbabile, ma sopratutto bizzarro. Quando si parla di 3 milioni di tonnellate, stiamo discutendo del 5% del consumo totale dei prodotti petroliferi in Italia: sembra possibile che una transazione di quelle dimensione possa essere stata iniziata, sperando passasse inosservata? Questa faccenda mi sembra surreale e dunque dovrebbe essere ricondotta o a sondaggi preliminari non autorizzati o a chiacchiere in libertà. Devo rilevare che ci sono grandi lamenti della stampa che fa capo a De Benedetti a proposito di rubli (mai dati) e ci siamo dimenticati che il principale debitore di MPS, per non meno di 600 milioni di Euro è costituito proprio Società che fanno riferimento a questo Gruppo.
D.M.A.