Tartaruga presa a calci a Grosseto, On. Brambilla: “inasprire le pene verso chi maltratta gli animali, diventi subito legge”

Un gruppo di ragazzi, nei giorni scorsi a Grosseto, ha usato una tartaruga come pallone per giocare a calcio, l'ennesimo gesto efferato nei confronti di un animale che balza agli onori della cronaca. L'onorevole Maria Michela Brambilla (Forza Italia), fondatrice del movimento animalista, ricorda alla Camera dei deputati di aver depositato una proposta di legge per inasprire le pene verso chi maltratta gli animali

Si tratta dell’ennesimo atto vile nei confronti di creature indifese“, dichiara l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente e fondatrice del movimento animalista nato in seno a Forza Italia per i diritti e la tutela degli animali e di tutte le categorie indifese, esprimendosi in merito allo spiacevole episodio di Grosseto, dove alcuni ragazzi hanno giocato a pallone con una tartaruga rompendole il guscio.  L’animale è stato subito portato in salvo e non è in pericolo di vita, ma la definizione di gesto vile e scellerato è incontestabile. “Giovani sciocchi e non a conoscenza di quelle che sono le normative vigenti – continua la deputata -, ma sopratutto non dotati di buon senso e umanità. Purtroppo c’è ancora molto da fare su questo fronte, e purtroppo in questi ultimi tempi abbiamo assistito a efferatezze e maltrattamenti nei confronti degli animali, compiute da ragazzi molto giovani. Bisognerebbe introdurre un percorso di sensibilizzazione ad hoc all’interno delle scuole, e le istituzioni dovrebbero fare rete con le famiglie per insegnare il buon senso di base e dei valori che diventino ben radicati nei giovani”. Il Movimento animalista ha una sua carta di valori, che poi è un vero e proprio statuto, che presenta dei punti in cui si parla di un inasprimento delle pene verso chi commette reati contro gli animali “Si tratta di una misura che non è presente solo nel nostro manifesto, ma è una proposta di legge che ho già presentato all’inizio della legislatura, già depositata in commissione giustizia, e noi ci auguriamo che venga approvata al più presto”, ha concluso la Brambilla.

Lara Morano