Traffico di esseri umani, 5 arresti a Salerno

La Polizia di Salerno ha arrestato 5 persone per associazione a delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina.

0
67

5 cittadini somali sono stati arrestati dalla Polizia di Stato di Salerno, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina, realizzata anche mediante l’impiego di trattamenti inumani e pericolosi per l’incolumità dei migranti.

La Questura di Salerno porta avanti le indagini dalla primavera del 2015, quando nel porto della città campana approdò la nave “Chimera” della Marina Mercantile, con a bordo 545 migranti di nazionalità somala. Le forze dell’ordine hanno fatto visita alle strutture di accoglienza, notando che alcuni migranti riferivano di trattamenti disumani subiti nel percorso tra la Libia e l’Italia. Inoltre alcuni di questi avevano telefoni cellulari con SIM estere da chiamare all’imbarco dalle coste libiche. La Polizia di Stato, grazie a diverse intercettazioni telefoniche, è riuscita a ricevere informazioni su una banda criminale creata con l’intento di commettere reati in materia di immigrazione clandestina di cittadini somali giunti in Italia, destinati ad essere poi trasferiti in altri Paesi dell’Unione Europea, nonché al favoreggiamento della loro permanenza nel territorio dello Stato e al successivo trasporto verso gli altri stati europei (Germania, Austria, Svezia, Belgio, Olanda, Danimarca e Norvegia).

Per un cittadino tedesco, di origine somala, è stato richiesto l’esecuzione di un mandato di arresto europeo: grazie all’ottima collaborazione tra magistratura italiana e tedesca è giunto il buon esito dell’operazione.

Lascia un commento

commenti