VIII Municipio, AssoTutela denuncia: “Ecco i seguaci di Marra e Scarpellini “

Previsto un centro convegni al posto di un asilo nido contrariamente alla scelta della passata Giunta

“La Docks srl, società che a Porto Fluviale ha deturpato un antico Consorzio agrario con un ecomostro di 11 piani – contrariamente ai 5 previsti nel progetto iniziale – non finisce mai di stuprare il territorio”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela, Michel Emi Maritato, che spiega: “Dopo aver portato avanti l’impattante progetto nei pressi del ponte dell’Industria, la Docks propone, quale onere di urbanizzazione, un centro convegni dentro la sede dell’VIII municipio in Via Benedetto Croce, a poco più di un chilometro di distanza dall’altra perla regalata all’Eur: l’onerosa ‘nuvola’ di Fuksas. Per ospitare chi e cosa? Con quale impatto sul traffico e la mobilità della zona? E come mai si è optato per l’inutile centro, al posto della previsione iniziale di un asilo nido, questa si, opera necessaria considerata la carenza di posti per i figli dei residenti?”.

“E sulla tabella lavori  – prosegue Maritato – vediamo apparire vecchi nomi, come quello del progettista architetto Bruno Moauro, già ideatore del restauro di parecchi edifici nella stessa zona, tra cui gli ex Mulini Biondi, pregiato edificio di archeologia industriale di cui il progettista ha cancellato le stupende finestre a bifora sulla facciata principale. Una vecchia storia di inizio anni Novanta, – conclude – parte delle vicende dei cosiddetti ‘palazzi d’oro’ per cui un assessore all’urbanistica fu condannato dal pm Antonino Vinci per una tangente da 300 milioni. Ma nulla è cambiato, molti dei protagonisti sono ancora tra noi” conclude Maritato.

Lascia un commento

commenti