Acilia, dolore e commozione ai funerali di Debora e Aurora

Presente anche il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, che visibilmente commossa ha commentato: "Un grande dolore". Monsignor Paolo Lojudice durante l'omelia ha detto: "Non è tempo per l’odio e il livore, è stato un incidente, chi ha responsabilità ne risponderà"

acilia commozione per i funerali di debora e aurora

Lacrime e applausi ai funerali di Debora e Aurora che si sono tenuti oggi nella parrocchia San Francesco d’Assisi in largo Cesidio da Fossa ad Acilia. Presenti un migliaio di persone, unite nel ricordo di madre e figlia, che lo scorso 28 dicembre hanno tragicamente perso la vita nel crollo della palazzina di via Giacomo della Marca.

Presenti oltre ad amici, parenti e molti abitanti di Acilia, anche rappresenetanti dei Vigili del Fuoco, della Polizia Municipale di Roma Capitale e della Croce Rossa, alcuni volontari della protezione civile del gruppo The Angels e Polizia e Carabinieri di Ostia e Acilia. Ha partecipato alla cerimonia anche il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, insieme ai consiglieri comunali, Carola Penna e Paolo Ferrara e alla delegata al litorale laziale, Giuliana Di Pillo.

acilia commozione per i funerali di debora e aurora“Un grande dolore” è stata la dichiarazione della Raggi, che visibilmente commossa ha abbracciato Massimo e Lorenzo Ramacci, padre e figlio scampati al crollo. Un lungo applauso pieno di dolore ha accompagnato le due bare bianche, sorrette da padre e figlio, fino all’ingresso in Chiesa.

Il dolore per queste perdite premature ha coinvolto l’intera città di Roma: bandiere a mezz’asta in tutti gli uffici pubblici e un minuto di raccoglimento, alle 14.30, in memoria di Debora e Aurora, da parte di tutti i dipendenti del Campidoglio.

A celebrare l’omelia, Monsignor Paolo Lojudice, vescovo di Ostia e Roma Sud: “Non è tempo per l’odio e il livore, è stato un incidente, chi ha responsabilità ne risponderà”, ha detto.
Dolore e commozione hanno accompagnato l’intera celebrazione, alla quale hanno partecipato anche gli alunni della scuola Marco Ulpio Traiano, dove insegnava Debora e i compagni di scuola della piccola Aurora. Al termine della funzione religiosa i bambini hanno fatto volare in cielo dei palloncini bianchi tra gli applausi di tutti i presenti, in ricordo di una madre e di sua figlia che hanno perso la vita in una tragedia ancora tutta da chiarire.

Lascia un commento

commenti