Aggressione ad un 16enne, arrestati i colpevoli della rissa a Piazza Cavour

Lo scorso 14 ottobre un 16enne era stato reso vittima di violenze e maltrattamenti a piazza Cavour, zona Prati. Questa mattina i Carabinieri e la Digos hanno eseguito le misure cautelari per sette giovani accertati colpevoli del tentato omicidio

Sono sette gli arresti per una rissa da videogame a piazza Cavour, vicino al “Palazzaccio”. Vittima della rissa, la sera del 14 ottobre, fu un 16enne, violentemente pestato praticamente davanti all’ingresso della Corte di Cassazione. I Carabinieri e la Digos hanno eseguito sette misure cautelari per gli autori del tentato omicidio del ragazzo: quattro maggiorenni e tre minorenni, tutti di Roma.

In tre mesi, le forze dell’ordine hanno ricostruito l’accaduto e accertato che i sette ragazzi hanno compiuto atti diretti inequivocabilmente a procurar la morte del minore, colpendolo ripetutamente con calci, pugni e colpi di cinture e catene, percuotendolo infine con due colpi con arma da punta e taglio in zone di vitale importanza. Piazza Cavour è stata individuato come luogo di ritrovo per i giovani con idee, gusti e modi di vivere differenti. Si sono create addirittura una serie di fazioni, in grado di scatenare, anche per motivi inutili, efferate violenze. Dopo l’aggressione il 16enne è stato trasferito all’ospedale Santo Spirito per le gravi ferite riportate.

I quattro maggiorenni sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, mentre i tre minorenni sono stati collocati in tre distinte comunità. Oltre al tentato omicidio, l’accusa è aggravata dall’aver agito per futili motivi e dall’aver compiuto il reato in più di cinque persone. Nelle prime ore di questa mattina, alla luce degli elementi raccolti, hanno dato seguito alle ordinanze emesse dai gip di Roma su richiesta delle Procure delle Repubbliche presso i tribunali di Roma e presso il Tribunale per i Minorenni di Roma. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti