Al via “Più libri più liberi”, il Salone della Piccola e Media Editoria

L'esposizione dell'EUR, promossa e organizzata da AIE - Associazione Italiana Editori, sarà visitabile solo per pochi giorni

Sono tutte storie, questo il claim ufficiale della quindicesima edizione di Più libri più liberi, in programma al Palazzo dei Congressi dell’Eur da mercoledì 7 a domenica 11 dicembre 2016. Appuntamento ormai tradizionale nell’agenda delle manifestazioni dedicate al libro e alla lettura in Italia, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria è promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori.

Cinque giorni di incontri, dialoghi, workshop e narrazioni, a cui partecipano autori internazionali, scrittori italiani, poeti, illustratori, fotografi, giornalisti.

Inaugurata dal romanziere, drammaturgo e sceneggiatore anglo-pakistano Hanif Kureishi, Più libri più liberi ospita autori provenienti da venti Paesi e quattro continenti: Europa, Africa, America e Asia. L’Europa svolge un ruolo di primo piano, sia per il numero degli ospiti che per la varietà dei generi letterari e dei Paesi rappresentati in Fiera: si passa da un fuoriclasse del giallo come il tedesco Friedrich Ani al romanzo d’esordio dell’ex-soldato britannico in Afghanistan Harry Parker, dai libri-fenomeno delle narratrici scandinave Lena Andersson e Laura Lindstedt, a un focus sulla letteratura balcanica (con i kosovari Adil Olluri e Agron Y. Gashi, l’albanese Rezart Palluqi, le croate Nada Gašic e Vedrana Rudan). E ancora, Marc Augé, Yolaine Destremau, Edith Dzieduszycka, Pascal Manoukian (Francia), Jan Brokken (Olanda), Piotr Pazinski (Polonia), Afonso Cruz, Gonçalo M. Tavares (Portogallo), Mircea Cartarescu (Romania), Maxim Osipov (Russia). Sul versante extra-europeo sono in programma incontri e approfondimenti legati a scrittori come Alain Mabanckou (Congo), Dany Laferrière (Haiti), Bijan Zarmandili (Iran), Valeria Luiselli (Messico), gli statunitensi Ella Sanders, Jonathan Nossiter, Diana Johnstone (USA), Alicia Dujovne Ortiz, Andrés Ehrenhaus e Martín Kohan (Argentina), Maria Laura Bulanti Garramón (Uruguay).

Ancora più folto è il gruppo degli ospiti italiani che comprende autori molto amati dal pubblico come Andrea Camilleri, Erri De Luca, Giorgio Fontana, Nicola Lagioia, Antonio Manzini, Michela Murgia, Valeria Parrella, Antonio Pennacchi e Chiara Valerio, impegnati in presentazioni di nuovi libri, reading, dialoghi, tavole rotonde e altri appuntamenti.

L’approccio interdisciplinare della Fiera, in cui storicamente si incontrano diversi settori dell’industria editoriale (narrativa, poesia, saggistica, libri per ragazzi) e si incrociano molteplici linguaggi (fumetto, musica, tv, teatro, nuovi formati digitali) rende il menù complessivo molto ricco con ingredienti che vanno dal racconto sportivo al reportage-inchiesta, dai musicisti-scrittori ai registi-lettori, da ospiti del mondo dello spettacolo. Non mancano gli approfondimenti sui fatti d’attualità e gli omaggi a due protagonisti della cultura italiana degli ultimi cinquant’anni, scomparsi nel 2016: Umberto Eco e Dario Fo.

L’edizione 2016 apre anche nuovi spazi di riflessione sulla scrittura e sui linguaggi della creatività moderna e contemporanea. Più libri più fotografie è un ciclo fotografico organizzato da Contrasto con quattro grandi interpreti internazionali (l’americano Zackary Canepari, gli italiani Giulio Piscitelli e Ferdinando Scianna, la fotogiornalista polacca Monika Bulaj); una serie di incontri è dedicata al graphic novel, con Giacomo Bevilacqua, Gipi, Leo Ortolani, Paco Roca e Zerocalcare; Tre maestri (involontari) è invece un programma speciale di appuntamenti curati da Paolo Di Paolo, dedicati alle figure e alle opere di Pier Vittorio Tondelli, Antonio Tabucchi e Julio Cortázar.

Per lo spazio dedicato ai ragazzi, è confermato il progetto Più libri più grandi, che permette agli studenti di incontrare scrittori, illustratori ed editori all’interno di laboratori interattivi e creativi. Torna il gioco letterario Più libri junior, giunto all’ottava edizione, che quest’anno invita gli studenti romani a cimentarsi con la scrittura traendo ispirazione dalle illustrazioni di Guido Scarabottolo. Si rinnova la partnership con Repubblica@Scuola, che organizza anche quest’anno insieme a Più Libri più liberi una gara che ha per tema Migrazioni: da lì a qui. La sfida, a cui stanno partecipando ragazzi da tutta Italia, consiste nello scrivere una didascalia su una foto di Giulio Piscitelli. I quattro studenti vincitori saranno invitati in Fiera per intervistare uno scrittore.

Le attività proposte nello Spazio Ragazzi dalle Biblioteche di Roma comprendono anche i laboratori di Myosotis – Museo Civico di Zoologia, dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia i workshop del Teatro di Roma e quelli curati dal Palazzo delle Esposizioni, gli appuntamenti della Polizia di Stato. Ai più piccoli è invece dedicata una serie di letture nello spazio Nati per Leggere, assieme alla mostra Maxi Lupo & Lupetto, sempre a cura di Biblioteche di Roma.

Un’iniziativa esclusiva di questa quindicesima edizione è lo spazio che la Fiera dedica ai periodici culturali, a cura del Cric – Coordinamento Riviste Italiane di Cultura. Un ciclo di tavole rotonde per riflettere su temi come la libertà religiosa e di coscienza in Italia e nel mondo, la nuova spiritualità e le nuove opportunità del dialogo e della pace, i diritti civili, l’integrazione e la coesione sociale, la trasformazione e la crisi dell’informazione nell’età della comunicazione globale.

C’è spazio anche per Internet: la Fiera ospita infatti anche quest’anno un gruppo di blogger particolarmente noti e impegnati che dedicano le proprie riflessioni al libro e alla lettura.

Confermato il ciclo di incontri Più libri più idee a cura della Fiera e di AIE, che coinvolge gli studenti delle università La Sapienza, Tor Vergata, Roma 3, con cui è in atto un progetto di ricerca congiunto, IED-Istituto Europeo di Design, LUISS e l’Università degli Studi della Tuscia (Viterbo).

Più libri più liberi propone quest’anno un Fuori Fiera in collaborazione con Roma Capitale: durante i giorni della manifestazione saranno organizzati otto incontri in giro per la città coinvolgendo biblioteche, librerie indipendenti e altri luoghi.

Più libri più liberi partecipa ad Aldus, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa.

Lascia un commento

commenti