Alessandro Maiorano, un italiano non comune

Dalla casa di via Alfani a Firenze pagata dall'amico Carrai all'appartamento in via Nazionale a Roma in cui aveva luogo un giro di escort e prostituzione, passando per losche situazioni legate al "giglio magico" e alle fondazioni: tutte le ombre dell'amministrazione fiorentina di Matteo Renzi nel libro denuncia di Alessandro Maiorano

113

Sarà presentato a Roma il libro che ha fatto tremare la politica italiana. “L’usciere maledetto di Palazzo Vecchio” è il libro, edito da Albatros, che rappresenta una denuncia pubblica su ciò che il leader di Italia Viva Matteo Renzi ha combinato quando era sindaco di Firenze. L’autore, Alessandro Maiorano, è il principale accusatore di Matteo Renzi, tanto da avere addirittura fatto arrestare i suoi genitori per la questione della cooperativa Marmodiv. Ex dipendente di Palazzo Vecchio, Maiorano è stato allontanato con un prepensionamento forzato per la sua pericolosità sociale. Da allora è diventato la spina nel fianco dell’ex sindaco della città sull’Arno, nei confronti del quale ha presentato – con tanto di prove e documenti in mano – numerose denunce.

Maiorano non è un vip nè un personaggio pubblico, tiene a precisare sui suoi profili social. È semplicemente un uomo libero, che con determinazione ha osato mettersi contro la Casta. Fin da piccolo ha vissuto le angherie degli uomini di potere nei confronti delle persone comuni e proprio per questo, animato da un senso di giustizia, è arrivato a compiere delle scelte audaci, indagando e portando alla luce tutte le ombre dell’amministrazione fiorentina di Renzi. Prezioso, su questo versante, è stato il supporto dell’avvocato Carlo Taormina, che lo assiste legalmente sin dal 2014.

La copertina dell’edizione inglese del libro “L’usciere maledetto di Palazzo Vecchio”, in vendita online dal 23 aprile
taormina
L’avvocato Carlo Taormina con una copia del libro “L’usciere maledetto di Palazzo Vecchio”

Proprio dalla collaborazione con il noto avvocato è nato il libro, che già lo scorso ottobre era stato presentato a Roma dal think tank StopEuropa. Ora il testo si prepara ad affacciarsi anche al mercato internazionale, nella versione tradotta in inglese “The cursed usher of Palazzo Vecchio“, in vendita online dal prossimo 23 aprile. Proprio in questa occasione il libro sarà presentato al Grand Hotel “Il Gianicolo” di Roma, con una conferenza stampa alla quale prenderanno parte anche l’avvocato Taormina e il professor Giorgio Riccardini, curatore del volume. All’incontro, che sarà moderato dal giornalista de “L’Opinione” Ruggiero Capone, hanno già aderito numerosi giornalisti italiani e stranieri, firme di prestigiose testate come il Times o il Washington Post.

maiorano renzi
Alessandro Maiorano con l’ex sindaco di Firenze Matteo Renzi

L’obiettivo del libro e delle continue denunce è “distruggere il muro di gomma e di protezioni che da sempre ruota attorno a Matteo Renzi“, spiega Maiorano, che tra l’altro è l’unico, insieme a Riina, Vallanzasca e Maniero, su cui vige il segreto di stato, che rende non ostensibili i fascicoli che lo riguardano. Lo dimostra, del resto, una notifica firmata nel 2017 dal Questore dell’Aquila, Tommaso Niglio, recapitata in risposta a un’istanza di accesso agli atti presentata da Maiorano. Dalla casa di via Alfani a Firenze pagata dall’amico Carrai all’appartamento in via Nazionale a Roma in cui aveva luogo un giro di escort e prostituzione, passando per losche situazioni legate al “giglio magico” e alle fondazioni: tutto è messo nero su bianco nel libro, pubblicato in edizione italiana già lo scorso anno.

Francesco Amato

Facebook Comments