Ama: attiva la raccolta straordinaria per gli alberi di Natale

Giunge alla dodicesima edizione la raccolta straordinaria gratuita di alberi naturali di Natale, promossa da Ama in collaborazione con l’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Roma e il Comando Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri

Fai un regalo all’ambiente donando nuovamente alla natura il tuo abete di Natale. Fino a domenica 15 gennaio, i romani potranno consegnare i loro abeti natalizi presso i 14 Centri di raccolta aziendali, aperti tutti i giorni e dislocati in tutta la città. Sarà possibile conferire i propri alberi di Natale anche nelle eco-stazioni allestite in occasione del primo appuntamento dell’anno con “Il tuo quartiere non è una discarica”, raccolta straordinaria gratuita dei rifiuti ingombranti svolta in collaborazione con il TGR Lazio, in programma domenica 15 gennaio dalle ore 8 alle 13 nei municipi pari della Capitale.

La scelta di addobbare per le festività un abete natalizio naturale rappresenta un gesto ecocompatibile e può facilmente trasformarsi in un’occasione per fare un regalo all’ambiente. Grazie a questa campagna, infatti, tutti gli alberi raccolti potranno essere, in ogni caso, restituiti alla natura. Ama provvederà, insieme al Comando Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri, a selezionare gli abeti e a verificare se vi siano piante in condizioni tali da essere trasportate e ripiantate presso la sede distaccata di Arcinazzo Romano dell’Ufficio territoriale carabinieri per la biodiversità di Roma. Gli abeti così recuperati verranno destinati ad iniziative di educazione ambientale. Gli alberi non in condizione di essere ripiantati, invece, saranno condotti all’impianto Ama di Maccarese per essere trasformati in compost, un ammendante naturale di qualità con cui si possono concimare piante in vaso o da giardino.

Ricordiamo che, per non danneggiare l’abete e per facilitarne il trasporto, è bene introdurlo in un sacco di plastica aperto anche alla base. Analogo accorgimento (con l’unica differenza del sacco integro alla base) dovrà essere usato per la zolla in modo tale da impedirne la frantumazione. Gli abeti di Natale artificiali, a differenza di quelli naturali, sono realizzati con materiali che non è possibile riciclare e, quindi, al termine della loro vita devono essere necessariamente smaltiti. Questi alberi sintetici non devono essere assolutamente gettati nei cassonetti stradali ma vanno conferiti, come tutti gli altri rifiuti ingombranti, presso i Centri di raccolta aziendali.  (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti