Antonio Rizzolo: “I biancocelesti pericolosi quando giocano in profondità”

Ospite a Lazio Style Channel, Antonio Rizzolo, dice la sua riguardo l'attuale rosa della S.S. Lazio

Antonio Rizzolo, ex attaccante della Lazio, parla della squadra biancoceleste ai microfoni di Lazio Style Channel.

“La Lazio – dichiara Rizzolo – crea molto, per caratteristiche. Immobile è un attaccante che ama creare e sfruttare gli spazi, è letale in campo largo. Un giocatore come lui deve rimanere tranquillo anche quando non riesce a trovare la via del gol. Roma è una piazza particolare, ma un centravanti del suo calibro non può essere influenzato dalle critiche.

“La squadra biancoceleste, – afferma – quando gioca in profondità, è molto pericolosa. Quando le formazioni avversarie, invece, si chiudono gli uomini di Inzaghi fanno più fatica a portare uomini in zona offensiva. Keita è molto giovane ed è già importantissimo per la squadra biancoceleste. Il senegalese deve esprimere ancora a pieno il suo potenziale, non sa nemmeno lui quanto è forte”.

“La Lazio ha una grandissima qualità,- prosegue Rizzolo – soprattutto sulle fasce. I biancocelesti devono solo acquisire esperienza e maturità, a volte basta essere un po’ più concreti. La rosa è molto giovane, ma ha ampi margini di crescita. In alcune partite la squadra di Inzaghi non è riuscita a concretizzare al meglio le occasioni create. Stiamo cercando, però, il pelo nell’uovo. La Lazio sta giocando benissimo, nessuno si aspettava questo rendimento all’inizio dell’anno. Ora ai biancocelesti serve il tempo giusto per crescere”.

“L’unica cosa importante – spiega Rizzolo – è l’approccio dei giocatori alle partite. Inzaghi avrà già capito dove migliorare, ma la sua squadra gioca bene e crea un buon gioco. I biancocelesti fanno divertire e segnano molto, bisogna stare tranquilli e migliorarsi partita dopo partita. L’entusiasmo deve sempre accompagnare questa squadra”.

“L’Udinese non ha molto da chiedere alla classifica, – sottolinea – ma Del Neri vorrà ottenere un buon risultato. La gara non sarà comunque facile. La Lazio dovrà continuare a proporre lo stesso gioco espresso finora. Non credo che Inzaghi farà turnover, è giusto dare spazio a chi garantisce più garanzie. Felipe Anderson sta acquisendo più consapevolezza dei propri mezzi, in entrambe le fasi. Il brasiliano  – conclude – sta crescendo molto, diventerà un grande talento della squadra biancoceleste”. 

Lascia un commento

commenti