Atac: nuovo contratto, ogni ritardo sarà multato

Approvato ieri il nuovo contratto con l’Atac per la linea Roma-Lido: tra le novità la più importante è che i disagi e i ritardi non rimarranno impuniti. Il contratto sarà in vigore dal 1 gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2019

Ieri la Giunta di Zingaretti ha approvato il nuovo Contratto con l’Atac per la linea Roma-Lido, con la speranza che le cose cambino. I disagi e i ritardi che molto spesso rendono la vita dei pendolari un inferno devono cessare, o per lo meno non rimanere impuniti. In questo nuovo contratto, in vigore dal 1 gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2019, si vuole garantire un servizio di qualità.

È stato inserito dalla regione un sistema di monitoraggio che farà scattare delle multe a carico del concessionario nel caso in cui non sia raggiunta la qualità stabilita.

Questo contratto è stata inoltre una sanatoria per la stessa azienda di trasporti, ultra indebitata, che in questo modo si è assicurata il servizio di diverse linee (Roma-Lido, Roma-Cività-Castellana-Viterbo, Roma-Giardinetti) per i prossimi tre anni per un compenso di circa 85 milioni di euro all’anno.

Lo stesso Nicola Zingaretti, governatore della regione Lazio, conferma che la Regione si impegnerà a trasferire con regolarità l’ammontare economico all’ Atac con puntualità, insieme alla promessa di un servizio regolare, rinnovato e, finalmente, efficiente.

Un’altra novità introdotta dal contratto è l’inserimento delle Ferrovie dello Stato nel complesso dei traporti pubblici di Roma che per i prossimi tre anni gestirà le infrastrutture delle linee sopra indicate, sarà incrementata la sicurezza e l’ammodernamento dei servizi. Ad Atac invece resterà l’esclusivo esercizio del

Si spera che questo nuovo contratto porterà più sicurezza e soprattutto più efficienza nei servizi, a beneficio di tutti coloro che, per ragioni di studio o di lavoro, sono costretti a fare i pendolari ogni giorno.

Lascia un commento

commenti