Atac, problemi e guasti sui nuovi bus

Inaugurati a novembre e già pieni di problemi. Sono i nuovi autobus acquistati in leasing da Atac, che hanno, fin da subito, riportato problemi al sistema automatico di apertura delle porte

Lo scorso 10 novembre sono stati messi in circolazione 150 nuovi bus, acquistati in leasing da Atac. Già nei primissimi giorni le porte automatiche mostravano qualche problema e ancora il sistema di apertura continua ad essere il dramma di molti mezzi appena aggiunti alla flotta della municipalizzata.

Subito l’azienda è stata costretta e porre rimedio, convocando i meccanici della società aggiudicataria del bando di fornitura, ma ora le porte sono troppo lente. Da una parte il problema consente alle vetture di marciare, ma dall’altra si comincia a temere per il futuro. Sono attualmente a Roma solo 84 delle 150 vetture previste dall’accordo siglato da Marino. Di queste, 34 devono evitare le numerose buche partendo da Portonaccio ed altre 50 da Tor Vergata. Inoltre, sono 20 quelle che già hanno avuto bisogno di interventi in officina. La speranza di tutti è che l’andamento non si dimostri costante per gli altri 66 mezzi che ancora devono arrivare nella capitale.

Nessuno infatti vuole assistere nuovamente all’imbarazzo dell’11 novembre, quando, subito dopo l’inaugurazione sulla linea 558, tre bus avevano già riscontrato problemi con il temporatizzatore: dopo pochi secondi dall’apertura delle porte, queste si richiudevano in automatico, anche in presenza di passeggeri. Un paio di giorni di stop, ed è stato eliminato il dispositivo non richiesto e, forse, neanche conosciuto al momento dei controlli a Roma. Qualche giorno di stop anche per riparare l’origine dell’infiltrazione di acqua che a novembre a messo in ginocchio due bus.

L’assessore ai Trasporti Linda Meleo ha ora annunciato altri due bandi: il primo, finanziato da fondi europei e regionali, porterà nell’Urbe 5 vetture da 12 metri di circa 800mila euro ciascuno; il secondo, pagato con i fondi per il Giubileo della Misericordia, consentirà di acquistare 15 bus con motore diesel di ultima generazione. La gara terminerà il 10 febbraio, ma ci vorranno almeno altri 60 giorni per vedere in giro i nuovi mezzi. Si spera che, almeno questi, non porteranno tutti i problemi che finora ci sono stati con i nuovi mezzi. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti