Auditorium Parco della Musica: va in scena la danza contemporanea tedesca

La danza contemporanea tedesca sarà di scena all’Auditorium Parco della Musica in occasione di Equilibrio Festival 2017, il festival di danza che quest’anno avrà come focus la Germania. Il Festival si presenta con una formula completamente rinnovata sotto il profilo tematico ed estetico, espressione della sua vocazione internazionale

Dal 3 al 24 febbraio la danza contemporanea tedesca sarà di scena all’Auditorium Parco della Musica in occasione di Equilibrio Festival 2017, il festival di danza che quest’anno avrà come focus la Germania. Prodotto dalla Fondazione Musica per Roma e con la direzione artistica di Roger Salas, con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania e con il sostegno del Goethe Institut di Roma, il festival si presenta con una formula completamente rinnovata sotto il profilo tematico ed estetico, espressione della sua vocazione internazionale.

Si apre infatti una nuova fase della storia di Equilibrio che punta a raggiungere nuovi obiettivi tra cui l’ampliamento dello stesso festival e la creazione di laboratori e rassegne stabili, che vedranno la partecipazione delle migliori compagnie e dei coreografi più rappresentativi della danza contemporanea internazionale. Non mancheranno mostre, proiezioni di film e video-arte, incontri e conferenze. Ogni anno il festival vedrà protagonista un paese e ne esplorerà le maggiori espressioni artistiche, da quelle più storiche alle nuove tendenze.

“La scelta di iniziare con la Germania – afferma il nuovo curatore del festival, Roger Salas – consente sia di riconoscere il valore stesso della cultura tedesca della danza sia di proporre una lettura obiettiva in chiave storica della danza europea del nostro tempo. Il ruolo fondativo svolto dalla danza moderna tedesca nel Novecento, da Rudolf von Laban a Mary Wigman e Gret Palucca, così come lo sviluppo di compagnie e stili, scuole e grandi nomi molto influenti, fanno della Germania un importante centro culturale europeo e mondiale. Kurt Jooss, Pina Bausch, Susanne Linke, Reinhild Hoffmann e Hans Züllig, sono alcuni dei nomi a cui il festival di febbraio 2017 renderà omaggio”.

A dare forma all’edizione 2017 saranno quindi i più grandi danzatori e coreografi della Germania: la Frankfurt-Dresden Dance Company (diretta da Jacopo Godani, nato a La Spezia), la Herner Street-Art Company Pottporus/Renegade (con la messa in scena di Ruhr-Ort, l’importante lavoro di Susanne Linke), le due figure storiche ancora in attività, Susanne Linke Reinhild Hoffmann (eccezionalmente riunite per l’occasione), la DanceLab Berlin.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

commenti