Battestini a Canale Ponte Milvio: “Dal Governo nessun aiuto ai fuorisede”

La responsabile all'organizzazione locale di Lega Giovani Lazio è intervenuta a Canale Ponte Milvio: "La sospensione della didattica ha generato molti problemi per studenti e università, in particolare per gli studenti fuorisede. Ma dal Governo non è arrivato nessun genere di aiuto"

445

di Francesco Amato

Gli studenti fuorisede hanno dovuto affrontare notevoli difficoltà già dall’inizio della pandemia. Non tutti erano pronti alle lezioni online. Molti hanno dovuto acquistare tablet o computer, ma anche la semplice connessione a internet più veloce”. Lo ha spiegato Eleonora Battestini, Responsabile regionale all’organizzazione locale di Lega Giovani Lazio, nel corso della trasmissione in streaming “Canale Ponte Milvio” condotta da Riccardo Corsetto.

Molti problemi e ritardi, inoltre, ci sono stati anche da parte delle università, che non erano pronte, anche in termini di piattaforme online, per questo genere di didattica – ha aggiunto Battestini – e dopo due mesi non sono ancora chiare le modalità di svolgimento degli esami della sessione estiva, ormai praticamente alle porte”. Il governo, infatti, ha autorizzato gli atenei, qualora fosse possibile assicurare le necessarie misure di sicurezza, a svolgere in presenza gli esami, ma molte università non hanno ancora individuato la modalità più opportuna. “Problemi ancor più accentuati – evidenzia – nel caso di discipline pratiche che prevedono la realizzazione di progetti che a distanza non è stato possibile garantire”.

Tra l’altro, ricorda la giovane leghista, “questi disagi nello svolgimento degli esami possono compromettere l’acquisizione dei crediti formativi richiesti per usufruire delle borse di studio, e sono problemi che non sono stati minimamente considerati e affrontati fino ad ora dal Governo”. Di particolare rilievo, secondo Battestini, è la questione degli affitti per gli studenti fuorisede, “che si sono ritrovati a trascorre questo periodo di quarantena dalle proprie famiglie pur dovendo pagare affitti più o meno alti senza usufruire della stanza o dell’appartamento affittati”. Le Regioni si sono attivate, chi più chi meno, per affrontare questo problema, “ma dal Governo non è arrivato nessun genere di aiuto”.

Facebook Comments