Bevilacqua a Canale Ponte Milvio: “Necessario un progetto a lungo termine”

La responsabile alla comunicazione della Lega Giovani Lazio è intervenuta a Canale Ponte Milvio: "Il Governo ha dimostrato di non saper reagire adeguatamente, svilendo le categorie di chi in Italia ce la sta mettendo tutta, che invece vanno tutelati con orgoglio e con forza"

422

di Francesco Amato

L’Italia ha bisogno di ripartire adesso, con delle misure adeguate e un progetto lungimirante da attuare“. Ne è sicura Enrica Bevilacqua, Responsabile Regionale alla Comunicazione di Lega Giovani Lazio, intervenuta alla prima puntata della trasmissione in streaming “Canale Ponte Milvio, condotta da Riccardo Corsetto.

Più che di ‘distanziamento sociale’ si dovrebbe parlare di ‘distanza di sicurezza’, perché ciò di cui oggi gli italiani hanno più bisogno è sentirsi uniti“, ha detto Bevilacqua, che ha poi rivolto un pensiero agli imprenditori, “5 milioni di italiani che stanno attraversando grosse difficoltà“. Per lei, infatti, “i famosi 600 euro di cui si è tanto parlato sono insufficienti, perché solo pochi di loro li hanno effettivamente ricevuti. Ma gli italiani non hanno bisogno di un’elemosina una tantum: hanno bisogno di un progetto a medio e lungo termine“.

Per un partito come la Lega, che da sempre è militanza e ascolto delle istanze dei cittadini, il lock down ha rappresentato un grande problema – ha sottolineato la giovane leghista riguardo alla comunicazione politica -. Ma noi abbiamo cercato di trasformare questa difficoltà in un’opportunità“. Un esempio è l’apertura di un indirizzo e-mail al quale molti giovani hanno potuto inviare le proprie richieste, “diventate poi – ha spiegato Bevilacqua – principale fonte per emendamenti e interrogazioni parlamentari“.

La Lega Giovani ha rivolto un’attenzione particolare agli studenti fuorisede, che hanno dovuto comunque pagare l’affitto al proprietario dell’immobile. “Non è opportuno – ha ricordato Bevilacquache ci sia una contrattazione tra cittadini che cercano di aiutarsi. È giusto invece che ci sia un Governo presente, che tuteli entrambi i soggetti di diritto in questione“. In generale, la leghista si ritiene “soddisfatta dei risultati ottenuti anche grazie ai nostri rappresentanti in Parlamento” e prende atto, infine, che “il Governo non ha dimostrato di saper reagire adeguatamente e di varare misure concrete, manifestando invece un mancato rispetto della persona umana e svilendo le categorie di chi in Italia ce la sta mettendo tutta, che invece vanno tutelati con orgoglio e con forza“.

Facebook Comments