Borghesiana, smontavano auto rubate nel garage, arrestati due cugini

I Carabinieri sono arrivati alla loro abitazione seguendo il segnale GPS di un Suv rubato a Ciampino

Il Suv rubato che ha condotto i Carabinieri fino ai ladri

I Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata hanno scoperto una vera e propria centrale del riciclaggio di auto rubate, allestita da due cugini nello scantinato di una villetta privata in zona Borghesiana. In manette sono finiti un 32enne romano e un 42enne originario di Brindisi, entrambi incensurati, con l’accusa di riciclaggio in concorso.

I militari sono arrivati all’abitazione seguendo il segnale GPS di un SUV BMW rubato nella serata di ieri a Ciampino. Grazie alle indicazioni fornite dall’apparato satellitare, i carabinieri hanno scoperto i ladri, impegnati in quel momento a smontare un’altra auto, rubata in zona Monteverde una settimana fa.

Durante la perquisizione è stata scoperta una stanza schermata piena di apparati satellitari smontati. La villetta era anche dotata di telecamere a circuito chiuso. I Carabinieri hanno trovato diverse auto prive di targhe e un furgone con targa polacca al cui interno erano stati stipati parti di carrozzeria e meccaniche di auto di grossa cilindrata.

L’intera area è stata posta sotto sequestro, mentre il materiale rubato è stato affidato in custodia giudiziale a una ditta convenzionata. I due cugini sono finiti nel carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti