Bracciano, abbassamento livello del lago: petizione al parlamento europeo

Il livello del lago di Braccione è in costante abbassamento. Il Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale insieme al Comitato “Difendiamo il nostro Lago” hanno promosso una raccolta di firme fra i cittadini che verrà inoltrata alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo

“L’abbassamento del livello del lago di Bracciano è costante e gravissimo e mette in serio pericolo il valore dell’intero ecosistema dello specchio d’acqua laziale”. E’ quanto dichiarano in una nota Vanda Soriente, Presidente del Comitato “Difendiamo il nostro Lago” e Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.

Per questo il Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale insieme al Comitato hanno promosso ed avviato una raccolta di firme fra i cittadini che verrà inoltrata alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo.

“Grave mettere a rischio il lago di Bracciano – dichiarano – per le captazioni di Acea finalizzata a compensare gli acquedotti laziali prosciugati a causa della siccità e dell’innalzamento delle temperature anche invernali, mentre nulla viene fatto per la manutenzione degli acquedotti sempre più colabrodo come quello di Roma che spreca nella propria rete ben il 44,4% della risorsa idrica. Come ancora nessuna istituzione individua soluzioni alternative alla raccolta di acqua da parte degli aerei della Protezione civile al di là del Lago di Bracciano in caso di incendi nel centro Italia”.

“Ad opera del gestore idrico – proseguono – si procede a captare dal Lago di Bracciano tra 1.000 e 5.000 litri di acqua al secondo in momenti particolarmente critici per siccità, intervento che mette in serio pericolo il bacino lacustre ma soprattutto che sta mettendo a rischio il prestigioso valore ecosistemico e le bellezze ambientali e paesaggistiche  del Lago. Per questo – concludono – abbiamo intenzione di informare di  ciò che sta avvenendo in sede comunitaria non trovando risposte certe ed adeguate dagli Enti di controllo del nostro paese, dalla Regione Lazio al Ministero dell’Ambiente”.

.

Lascia un commento

commenti