Campidoglio, Giunta approva Agenda Digitale

La Giunta ha approvato la delibera sull’Agenda Digitale, con la quale la Capitale si dota di un documento programmatico sulla trasformazione digitale dell’Amministrazione

Arriva il primo piano strategico per la trasformazione tecnologica della macchina comunale e per lo sviluppo dei servizi digitali in favore di cittadini e imprese: la Giunta capitolina ha approvato la delibera sull’Agenda Digitale di Roma Capitale.

“Con l’Agenda Digitale per la prima volta Roma si dota di un documento programmatico sulla trasformazione digitale dell’Amministrazione capitolina” – ha dichiarato l’assessora Flavia Marzano (Roma Semplice) presentando l’Agenda insieme all’assessore Daniele Frongia (Sport-Politiche giovanili-Grandi eventi)  –  “A partire dalle nostre linee programmatiche, abbiamo individuato obiettivi strategici che riguardano la trasparenza dell’amministrazione, la partecipazione della cittadinanza ai processi decisionali, l’ampliamento dell’offerta di servizi pubblici digitali ai cittadini e alle imprese, la semplificazione dei procedimenti, la diffusione delle competenze digitali”.

Le azioni in agenda – prosegue Marzano – si articoleranno in quattro” macroaree d’intervento”: open government; competenze digitali; servizi digitali e processi; connettività.

“L’architettura di riferimento” sarà la Casa Digitale del Cittadino, cui si accederà passando per il nuovo portale istituzionale. Che offrirà “strumenti facilmente utilizzabili per fruire di dati e servizi” e favorirà “la partecipazione anche online”. Il cittadino – spiega ancora Marzano – “potrà entrare nel proprio ambiente digitale, tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale, avendo subito a disposizione le comunicazioni dell’amministrazione che lo riguardano, lo stato e il flusso di lavorazione delle proprie pratiche e i servizi di cui necessita”.
In delibera ci sono i tempi per attuare ciascuna azione e i relativi indicatori, con un “ciclo annuale di verifica e miglioramento” che consentirà a ogni cittadino di controllare lo stato dell’arte delle azioni previste.

“L’Agenda Digitale”- ricorda infine Marzano – “è il frutto di un percorso partecipativo che ha coinvolto portatori di interesse interni e esterni all’Amministrazione. Sono stati oltre 300 i soggetti coinvolti sia in presenza che online, tra cui rappresentanze delle associazioni di categoria e della società civile, cittadini, consiglieri capitolini, presidenti e assessori all’innovazione dei Municipi, direttori dei Dipartimenti capitolini competenti in materia. Le proposte progettuali sono state recepite e inserite nella versione approvata in Giunta”. (L’Unico)

Lascia un commento

commenti