Casalbertone: carabinieri scoprono bomba da mortaio in una cantina

Padre e figlio tenevano nascosta nel loro box una bomba da mortaio della II guerra mondiale

Non finiscono i guai per un romano di 55 anni, arrestato la settimana scorsa, assieme al figlio, di 30 anni, dai Carabinieri della Stazione di Roma Casalbertone unitamente a quelli del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante, sorpresi a spacciare droga nei pressi di una sala giochi di via Ausonia e trovati nella disponibilità, presso la loro abitazione, di una pistola calibro 6.35, risultata provento di un furto in abitazione, il 27 gennaio 2010.

I Carabinieri, approfondendo i controlli, in modo particolare dall’esame delle chiavi trovate in possesso del 55enne, hanno scoperto che una di queste serviva ad aprire una cantina a lui in uso e di pertinenza dell’appartamento.

Nel locale i militari hanno rinvenuto una bomba da mortaio da 45mm, marca “Brixia”, di fabbricazione italiana, risalente al secondo conflitto mondiale. Si tratta di una pericolosa granata, contenente 70 grammi di tritolo e binitronaftalina, in buono stato d’uso, sequestrata e consegnata agli artificieri dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma per le successive operazioni di messa in sicurezza e brillamento. Per l’uomo è così scattata anche la denuncia a piede libero per detenzione abusiva di munizionamento da guerra. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti