Caso Cucchi: il 19 aprile udienza Cassazione per i cinque medici assolti 

L'udienza in questione riguarderà la sentenza con la quale nel luglio scorso la terza Corte d'assise d'appello di Roma ritenne che i cinque medici imputati, che ebbero in cura Stefano Cucchi, morto una settimana dopo il suo arresto per droga, non avessero alcuna responsabilità in questa morte

E’ stata fissata il 19 aprile prossimo l’udienza davanti alla prima sezione della Corte di Cassazione del processo ai cinque medici che ebbero in cura Stefano Cucchi, il geometra romano morto in ospedale nell’ottobre 2009 una settimana dopo il suo arresto per droga.

L’udienza in questione riguarderà la sentenza con la quale nel luglio scorso la terza Corte d’assise d’appello di Roma ritenne che i cinque medici imputati non avessero alcuna responsabilità in questa morte. Era stata la stessa Cassazione a richiamare i giudici d’appello a una nuova valutazione processuale. I cinque medici infatti furono portati a processo e condannati per omicidio colposo; in appello però ci fu il ribaltamento con la loro assoluzione. La ‘storia’ fu riaperta dalla Cassazione che cancellò parzialmente quella sentenza, mandando gli atti a nuovi giudici d’appello che confermarono l’assoluzione.

Adesso il nuovo ricorso della Procura generale porterà alla nuova valutazione dei Supremi giudici. Intanto, il 12 aprile (una settimana prima della Cassazione per i medici) arriverà davanti al gup l’inchiesta bis per la morte di Cucchi, per esaminare la richiesta di rinvio a giudizio di cinque carabinieri. A trattare la vicenda sarà il giudice Cinzia Parasporo, la quale quel giorno, secondo quanto si è appreso, avrebbe dovuto solo costituire le parti per poi rinviare a una successiva udienza di discussione.

Il 12 aprile il procedimento però potrebbe saltare giacché per tutta quella settimana l’Unione delle Camere penali italiane ha deliberato l’astensione dalle udienze.

Lascia un commento

commenti