Centocelle, uomo di 66 anni si spara con una pistola in casa

Ignoti i motivi del suicidio. La vittima era un ex architetto in pensione. Il rumore dello sparo ha allertato i vicini di casa, che hanno chiamato le forze dell’ordine

La fermata metro C Gardenie, nei pressi della quale è avvenuto il tragico episodio

È accaduto nel corso della serata di ieri, 7 febbraio. Un uomo di 66 anni, ex architetto in pensione, si è tolto la vita nel suo appartamento nei pressi della stazione metro C Gardenie, in zona Centocelle. L’uomo si è sparato alla testa con la sua pistola, regolarmente detenuta. Il rumore dello sparo ha allertato i vicini di casa, che hanno fatto intervenire le forze dell’ordine e il 118. Purtroppo per il 66enne non c’era più nulla da fare: la pistola a tamburo usata per compiere il fatale gesto era ancora nella sua mano, nel letto della sua camera dov’è stato trovato senza vita.

Restano ignoti i motivi del suicidio. Le autorità non hanno ritrovato alcun biglietto d’addio o messaggi nell’abitazione dell’uomo. Gli agenti di polizia del commissariato di San Basilio, che indagano sul caso, non escludono alcuna ipotesi: la più plausibile sarebbe quella del gesto volontario.

Lascia un commento

commenti