Centro commerciale Porta di Roma, Ama: al via raccolta differenziata per i punti ristoro

Una campagna di sensibilizzazione per 200 esercenti e 40mila visitatori al giorno. "L'biettivo: incrementare i volumi di materiali da raccolta differenziata" dichiara Ama

Shopping a Porta di Roma con uno sguardo rivolto all’ambiente. Parte oggi il nuovo progetto di raccolta differenziata di Ama dedicata alle attività di ristoro della più grande galleria commerciale d’Italia (oltre 200 esercizi commerciali e 40 mila visitatori in media al giorno). Gli scarti alimentari, il vetro e il “multimateriale” leggero (contenitori in plastica e metallo) verranno conferiti e raccolti separatamente, mentre un’apposita campagna di sensibilizzazione guiderà commercianti e cittadini alle buone pratiche di gestione dei rifiuti.

Un servizio dedicato per i 25 punti ristoro presenti nel Centro con bidoncini personalizzati per la raccolta separata delle diverse frazioni di rifiuto prodotte, verrà attivato a partire da oggi. Questi materiali, insieme con quelli differenziati dagli altri negozi, saranno conferiti a cura degli esercenti in 4 “oasi ecologiche” (“moli”) dislocate ai lati del perimetro del Centro e facilmente raggiungibili dalle utenze interessate. I contenitori saranno svuotati con frequenze prestabilite. L’obiettivo è di incrementare i volumi di materiali da raccolta differenziata. Si stima infatti che ogni giorno siano intercettabili 2.000 chilogrammi di scarti alimentari e organici e circa 1.000 chilogrammi tra vetro, plastica e metalli: quasi 100 tonnellate di materiali post consumo al mese avviabili a riciclo all’interno del solo Centro.

Per sensibilizzare commercianti e cittadini nella galleria commerciale da oggi è stata anche avviata una campagna di comunicazione a 360° sulle buone pratiche della raccolta differenziata. Questa mattina tecnici dell’azienda hanno illustrato agli esercenti le finalità dell’iniziativa nel corso di un incontro al quale hanno partecipato l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale, Pinuccia Montanari, l’amministratore unico e il direttore generale di Ama, Antonella Giglio e Stefano Bina; presenti anche il Presidente e l’Assessore all’Ambiente del III Municipio, Roberta Capoccioni e Domenico D’Orazio.

Fino al 21 aprile, nel piazzale esterno della Galleria in prossimità della zona ristorazione, Ama esporrà ‘La mia casa fa la differenza’, un’area appositamente ideata per illustrare in modo concreto ai visitatori come si separano correttamente i rifiuti dentro e fuori le mura domestiche. La struttura, realizzata interamente in legno riciclato, rappresenta la sezione di un appartamento composto da cucina e giardinetto. Una palina autoportante illustra come separare correttamente i rifiuti dentro e fuori le mura domestiche. Il punto è presidiato da personale aziendale che fornisce ai cittadini informazioni sull’attività aziendale e provvede a distribuire materiale informativo sulla gestione dei rifiuti urbani (opuscoli sui centri di raccolta Ama e sullo smaltimento dei materiali ingombranti, guida per le famiglie e card sulla corretta differenziazione all’interno delle mura domestiche) e alcuni gadget realizzati con materiali riciclati (portapenne, righelli e bandierine). (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti