Confindustria: XI Forum Interregionale dei giovani imprenditori

Obiettivo dell’incontro sarà quello di trasferire le riflessioni letterarie alla realtà imprenditoriale, per delineare le caratteristiche che un imprenditore dovrebbe possedere nell’era dell’innovazione e dell’industria 4.0, prendendo spunto dal testo di Italo Calvino “Lezioni Americane”

Giovedì 15 dicembre alle ore 14.30 presso l’Auditorium della Tecnica, di Viale Tupini 65 a Roma, si terrà l’XI Forum Interregionale del Centro organizzato dai Giovani Imprenditori delle 4 Regioni del Centro di Confindustria (Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria). Quest’anno il Forum, dal titolo “ L’impresa moderna in sei caratteri”, avrà una partecipazione nazionale, poiché inserito nella cornice dei tradizionali appuntamenti istituzionali di Natale.

Obiettivo dell’incontro sarà quello di trasferire le riflessioni letterarie alla realtà imprenditoriale, per delineare le caratteristiche che un imprenditore dovrebbe possedere nell’era dell’innovazione e dell’industria 4.0, prendendo spunto dal testo di Italo Calvino “Lezioni Americane”. I Giovani Imprenditori saliranno sul palco insieme ad illustri personaggi del mondo dell’impresa capaci di rappresentare, per la loro esperienza aziendale e storia personale, una delle sei parole chiave e caratteristiche esaminate dallo scrittore (Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Visibilità, Molteplicità e Consistenza).

“La nostra idea per il Forum di quest’anno – commenta Fausto Bianchi Presidente dell’Interregionale del Centro e del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria – consiste nel trasferire il pensiero di Calvino dalla letteratura alla capacità imprenditoriale che ogni giovane imprenditore deve possedere per vincere le sfide del futuro. Analizzeremo le suggestioni dello scrittore per elaborare una visione d’impresa originale, in cui innovazione e tradizione si intrecciano nelle storie aziendali e diventando i veri motori dell’impresa moderna.”

“Le lezioni americane di Calvino, da cui prende spunto il tema del Forum, sono una rilettura attuale dei driver per lo sviluppo che le nostre aziende devono avere per competere sul mercato – commenta il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Marco Gay. Leggerezza, visibilità, molteplicità, sono alcune sfide della quarta rivoluzione industriale che tutte le imprese, tradizionali e  non, si trovano ogni giorno ad affrontare ed verso cui i giovani devono e possono dare un contributo determinante”.

Con l’occasione si farà il punto sul Progetto Adotta una scuola, raccolta fondi per le regioni del centro Italia colpite dal sisma, promosso dai Giovani Imprenditori dell’Interregionale del Centro in collaborazione con il Movimento nazionale, alla presenza di Mario Gasbarrino, Amministratore delegato di Unes Supermercati, azienda donatrice che commenta : “Siamo onorati e lieti di poter collaborare e contribuire fattivamente alla raccolta dei fondi destinati ad un progetto di giovani per i giovani, nel concetto del “Fare” accadere le cose che ci contraddistingue, ed a sostegno del  futuro delle nuove generazioni di questo Paese ”.

Parteciperanno al Forum giovani imprenditori provenienti da tutta Italia, nonché rappresentanti istituzionali e stakeholder del mondo dell’economia. Apriranno i lavori del Forum Fausto Bianchi, Presidente Interregionale Giovani Imprenditori del Centro e Presidente del GGI di Unindustria e Filippo Tortoriello Presidente di Unindustria. La giornata proseguirà con interventi di illustri imprenditori, mentre le conclusioni saranno affidate al Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Marco Gay.

Lascia un commento

commenti