Arriva l’ok della Giunta al piano di localizzazione per i librai

La Giunta capitolina ha approvato il provvedimento con il quale si procede all'individuazione di 37 postazioni da destinare alle attività di libraio così come previsto dalla delibera dell’Assemblea capitolina

Arrivano criteri di qualità precisi e innovativi che premiano gli operatori che vendono esclusivamente libri, propongono pezzi pregiati o di antiquariato e utilizzano modalità di vendita anche telematiche. La Giunta capitolina ha approvato il provvedimento con il quale si procede all’individuazione di 37 postazioni da destinare alle attività di libraio così come previsto dalla delibera dell’Assemblea capitolina n.8 del 2011.

Grazie al lavoro svolto dal Tavolo del Decoro, e a seguito di Conferenze di Servizi con la Sovrintendenza Statale, sono state individuate le prime localizzazioni di cui:

19 (ricadenti nei Municipi I, III, IX e XI) che possono essere assegnati previo avviso pubblico; 1 (Municipio XV – Ponte Milvio) la cui assegnazione, previo avviso pubblico, è subordinata al recepimento del piano di massima occupabilità redatto da parte del Municipio; 10 (Municipio I – area Terme di Diocleziano) la cui assegnazione, previo avviso pubblico, è subordinata alla realizzazione di un progetto di riqualificazione dell’area; 7 (Municipio I – castro Pretorio) la cui assegnazione, previo avviso pubblico, è subordinata alla realizzazione di un progetto di riordino dell’area.

Inoltre si provvede anche a definire il banco-tipo da utilizzare per la vendita secondo quanto stabilito in Conferenza di Servizi nel rispetto del decoro del Centro storico.

La delibera del 2011 prevede 50 posteggi. Al fine di garantire la presenza di punti dedicati ai libri anche nei Municipi diversi da quelli centrali ed in ogni caso, per quanto possibile, nella misura minima di uno a Municipio, è stata definita anche la procedura per l’assegnazione di ulteriori 13 posteggi che dovrà rispettare i requisiti tra i quali la qualificata esperienza degli operatori nel campo o l’appartenenza a categoria svantaggiate.

“Sin dal nostro insediamento abbiamo lavorato per dar seguito alle richieste degli operatori e alla sentenza del Tar che chiedeva all’Amministrazione di provvedere all’esecuzione della delibera del 2011 – dichiara l’assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni -. In pochi mesi, rispetto ad un’attesa durata diversi anni, sono state convocate la Conferenza dei servizi, stabiliti i criteri per la redazione dei bandi e le localizzazioni dei posteggi per attività di libraio”.

Lascia un commento

commenti