Eur, completato il percorso per la Formula E

E' stato individuato il percorso per la gara di formula E che potrebbe svolgersi ad aprile 2008. Previsti interventi al manto stradale e la realizzazione di ponti pedonali, oltre alla realizzazione di progetti ecosostenibili con Enel, che sponsorizzerà l'evento

Cittadini dell’Eur infuriati per il progetto 5s della Formula Uno

Quasi 3 chilometri e 19 curve. Questi i numeri del tracciato stabiliti dalla sindaca Virginia Raggi, l’assessore allo Sport Daniele Frongia e il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito, insieme a Roberto Diacetti di Eur SpA e il dirigente della Fia Formula-E Alejandro Agag. La Nuvola di Fuksas sarà il villaggio degli atleti durante la settimana e il vecchio Palazzo dei Congressi ospiterà la pitstop lane. Un percorso che attraverserà le strade razionaliste dell’Eur, con curva a U sulla Cristoforo Colombo e tutta una serie di curve su via Stendhal, viale delle Tre Fontane, viale Agricoltura e numerose altre strade, che si concluderà dopo le svolte al gomito da via Civilità del Lavoro davanti all’obelisco di piazza Marconi, dove sarà allestito il podio.

Il percorso previsto per la gara all’Eur.

“Abbiamo avviato un percorso partendo dal municipio IX dove insieme ad alcuni consiglieri e assessori municipali e capitolini abbiamo discusso della possibilità di ospitare una tappa della Formula-E all’Eur. Siamo in una fase preliminare”, ha spiegato Frongia. Il Campidoglio ha presentato il tracciato formulato anche con la consultazione della base del Movimento e la firma al protocollo d’intesa per far entrare Roma nel circuito E-Prix potrebbe arrivare già entro la fine di febbraio. La gara si svolgerà approssimativamente ad aprile 2018, anche se il cronoprogramma l’aveva inizialmente programmata tra il 2018 e il 2019.

“Secondo quanto anticipato dai proponenti – continua l’assessore – ci potrebbero essere investimenti sia nel IX municipio che in altre parti della città”. Il rifacimento delle strade all’Eur e la realizzazione di ponti pedonali al Palazzo dei Congressi, in viale Industria, in viale Agricoltura e in viale Civiltà del Lavoro. Misure per non paralizzare del tutto il quartiere nel periodo di allestimento della gara. Interventi anche sul trasporto pubblico, che sarà potenziato in occasione della gara. Eur SpA inoltre metterà a disposizione le strutture di sua proprietà, ed è incorso anche una trattativa con lo sponsor, Enel, a cui il Campidoglio potrebbe chiedere delle colonnine per la ricarica di auto e moto elettriche da distribuire nella città e l’investimento in altri progetti educativi nelle scuole oltre a nuove piste ciclabili e una serie di biciclette elettriche. È un progetto ecosostenibile che, dopo il no alle olimpiadi del 2024 e la dura trattativa per lo stadio di Tor di Valle, dovrebbe mettere tutti d’accordo: nessuna cubatura di cemento e nessun investimento con fondi pubblici. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti