Falcão: “Totti e Spalletti veri uomini, la curva deve sostenere la squadra”

Falcao in visita a Roma per la presentazione di un docufilm sulla sua vita nel corso della conferenza stampa a Trigoria dichiara: "Fa un brutto effetto vedere adesso la Sud vuota. mi auguro si trovi un accordo, perché i tifosi devono tornare in curva"

 

Paulo Roberto Falcao a Roma per presentare un docufilm sulla sua vita, nel corso della conferenza stampa non si sottrae ad alcune domande sulla Roma. “Totti spero che continui fino a 50 anni, la Sud ritorni allo stadio per sostenere la squadra”.

“Francesco è un giocatore straordinario, – dichiara ai giornalisti – avrebbe meritato di vincere un Pallone d’oro e mi auguro possa giocare fino a 50 anni. Spalletti sta dimostrando tutto il suo valore ed è sempre molto difficile giudicare da lontano, ma sono due persone intelligenti e la cosa importante è che si rispettino. Un anno fa, quando era successo quel problema tra i due, l’avevo invitato a giocare nella mia ex squadra, lo Sport Club do Recife. Ero con la numero dieci pronta, poi ha rinnovato…”.

“L’amore non si definisce – prosegue Falcao – e quello nei miei confronti non è terminato nell’85, quando sono andato via, ma ancora continua. Con me non arrivava Falcao, ma arrivava una speranza: qui ho trovato una squadra già forte, Bruno Conti come tecnica era più forte di me. Ma era un gruppo che doveva solo credere di poter vincere, con giocatori che da 7, dovevano rendere da 8. Dovevano credere di poter battere il nord, la Juventus”.

Riguardo alla situazione tra tifoseria e squadra dichiara: “Fa un brutto effetto vedere adesso la Sud vuota. Stava sempre con noi, ovunque. Loro usavano uno striscione “La Roma non si discute si ama” e mi auguro si trovi un accordo, perché i tifosi devono tornare in curva. Non entro in questioni che non conosco, ma posso dire che è importante avere una propria casa. Sarebbe la ciliegina sulla torta. Oggi c’è una società vera, le strutture sono al top e si possono raggiungere grandi risultati. La Roma pensa non solo al presente, ma anche al futuro ed è importante guardare al domani”.

Lascia un commento

commenti