Fiumicino, Anselmi: “Solidarietà ai lavoratori Ecotech”

La dichiarazione del Vicesindaco e Assessore al Lavoro del Comune di Fiumicino, Anna Maria Anselmi, a seguito dei licenziamenti dei dipendenti della società Ecotech: "Si tratta dell’ennesimo caso di crisi occupazionale grave all’interno dello scalo" ha dichiarato

“Circa 90 lavoratori della società Ecotech, che opera presso l’aeroporto di Fiumicino nel settore delle pulizie, sono stati licenziati in tronco proprio durante le festività natalizie. Si tratta dell’ennesimo caso di crisi occupazionale grave all’interno dello scalo”. Questo è quanto ha affermato ieri il Vicesindaco e Assessore al Lavoro, Anna Maria Anselmi che, insieme al delegato al Lavoro del Comune di Fiumicino Piero Amati, è stata in aeroporto per portare la propria solidarietà ai dipendenti della Ecotech rimasti senza lavoro.

“Siamo fortemente preoccupati per quanto sta accadendo -prosegue Anselmi- e per i posti di lavoro persi da tante persone, moltissime delle quali appartenenti al nostro territorio. Torniamo a sottolineare l’importanza della creazione di un bacino in cui i dipendenti rimasti senza lavoro finiscano per poi essere reimpiegati e -conclude la vicesindaco- ribadiamo che gli avvicendamenti societari non devono compiersi a scapito di chi presta il proprio servizio all’interno dell’Aeroporto”.

Lascia un commento

commenti