Hotel Rigopiano: recuperato il corpo senza vita di Valentina Cicioni

La giovane madre è tra le 29 vittime della tragedia di Rigopiano. Il marito era stato recuperato lo scorso venerdì e al momento è ricoverato all'ospedale di Pescara per uno schiacciamento al braccio.

Valentina Cicioni è tra le vittime della valanga di neve che si è abbattuta sull’Hotel Rigopiano. Oramai è ufficiale, la giovane madre di 32 anni, infermiera del Gemelli, purtroppo non ce l’ha fatta. Si trovava a Rigopiano, insieme al marito, per festeggiare l’anniversario di matrimonio.

Dopo il ritrovamento del marito, Giampaolo Matrone, si sperava nel poter ritrovare viva anche Valentina, ma purtroppo così non è stato. Sembra che il marito sia riuscito a sopravvivere grazie ad una bolla d’aria formatasi nei pressi del camino, dove si trovava al momento della valanga. Matrone è stato operato, a causa di uno schiacciamento al braccio, ed ora è ricoverato presso l’ospedale di Pescara.
Valentina Cicioni lascia una bambina di cinque anni, al momento affidata alla zia. A Mentana, dove Valentina viveva, tutta la comunità sta partecipando con immenso dolore a questa tragedia. Tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia.
Sono 29 in tutto i corpi ritrovati, gli ultimi due nella tarda serata di ieri. All’Hotel Rigopiano soggiornavano 28 ospiti, di cui 4 bambini e 12 dipendenti, compresi il titolare, Roberto Del Rosso e il rifugiato senegalese, Faye Dane. Il pubblico ministero, Cristina Tedeschini spiega che “al momento non ci sono indagati”. Sono stati ascoltati, però, tutti i funzionari che hanno risposto agli appelli dalla sala operativa della Prefettura.